Terracina: terrorista arrestato, minacciava una strage. Tradito dalle mail!

0
152
terracina terrorista francese,

Terracina terrorista francese arrestato, a tradirlo sono state le sue mail. Si tratta di un quarantenne scappato dal centro psichiatrico di Bassenes (Francia) il 29 maggio. L’uomo è ricercato per apologia del terrorismo e minacce aggravate. All’interno delle mail ricevute dall’ispettorato generale di polizia nazionale transalpino presenti diverse minacce. Rivolte alla Francia e inerenti un suo possibile suicidio conseguente alla morte di altre persone. L’uomo è stato inoltre identificato come uno dei sostenitori di Mohamed Merah, l’attentatore di Tolosa e Montauban del 2012.

Ti consigliamo come approfondimento – Attentato centro vaccini, “Distruggiamo il nemico!”: due arresti per terrorismo

Terracina terrorista francese: dall’evasione in Francia a Roma

terracina terrorista francese,Si tratta di un tunisino sui quarant’anni, residente in Francia. Questo l’identikit del terrorista arrestato dalla polizia italiana in coordinazione con quella francese. Un sostenitore di Mohamed Merah, l’attentatore di Tolosa e Montauban del 2012. Non aveva infatti velato il suo supporto alla frange terrorista francese che causò la morte di numerose persone. L’uomo, già fermato in Francia, rinchiuso nel centro psichiatrico di Bassenes, è evaso il 29 maggio. Su di lui pendono accuse di apologia del terrorismo e minacce aggravate. Dopo la sua evasione si erano perse le tracce. La polizia italiana tuttavia era riuscito ad identificarlo in diverse stazioni ferroviarie. Genova, Roma e Napoli i punti salienti dai quali sono partite le indagini. Poi le mail dello stesso inviate alla Polizia. Da lì le indagini della Postale che hanno condotto all’arresto.

Ti consigliamo come approfondimento – Tribunale di Napoli, processo clan Mascitelli: sollevata questione di legittimità costituzionale

Terracina terrorista francese: le indagini e l’arresto

terracina terrorista francese,Sulla lotta al terrorismo la cooperazione internazionale rappresenta un ponte fondamentale. Dopo la segnalazione delle autorità francesi, gli stati confinanti si sono subito attivati. Tra questi anche la polizia italiana, principalmente il reparto della Digos. Grazie a quest’ultimi si è giunti alle identificazioni del soggetto su suolo italico. Genova, Roma e Napoli sino poi a Terracina. Quest’ultimo luogo identificato grazie ad un errore del terrorista stesso. Avrebbe infatti inviato mail minatorie all’ispettorato generale di polizia nazionale transalpino. All’interno delle mail minacce rivolte alla Francia e alla salvaguardia degli individui. Minacciava infatti di suicidarsi attraverso una strage. Grazie alle mail la polizia di Latina è riuscita in poche ore a rintracciare il luogo di invio individuandone il nascondiglio. Da lì a poco tempo è seguito l’arresto e la messa in sicurezza. Il luogo è il Centro di cooperazione di polizia internazionale francese di Modane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × tre =