Terremoto a Milano, scosse fino a 4.3 spaventano la popolazione

0
769

MILANO – Terremoto Milano, alle ore 17:00. La terra trema con una potenza tra i 3.8 e i 4.3 magnitudo. Lo comunica l’Ingv. Le scosse sono state avvertite dalla popolazione, anche ai piani più bassi delle case. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia aveva osservato delle irregolarità sul suolo italiano già dalla giornata di ieri.

Ti consigliamo come approfondimento – De Luca sul vaccino Covid: “Assenza di chiarezza da parte del governo!”

Terremoto Milano, l’Italia si agita sottoterra

Terremoto Milano
Dal profilo Twitter Ingv

Intervallo orario tra le 16:59 e le 17:02, la terra ha preso a tremare. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia segnala: “Nel capoluogo lombardo, scosse tra i 3.8 e i 4.3 magnitudo“. Secondo i dati preliminari l’epicentro sarebbe stato localizzato a Trezzano sul Naviglio.
Allo stato attuale, non ci sono notizie su eventuali vittime o feriti, né sulle stime dei danni provocati all’apparato urbano.
Stando, invece, ai dati preliminari del Csem-Emsc, la scossa avrebbe avuto una potenza di magnitudo 4.0. La certezza è che il terremoto sarebbe stato avvertito dalla popolazione. Anche ai piani più bassi delle abitazioni. La terra ha tremato nelle province lombarde, da Monza sino a Lecco, compreso il Varese. Tra le segnalazioni, diverse le telefonate ai Vigili del Fuoco.

Ti consigliamo come approfondimento – Baba Vanga e le profezie del 2021: “Anno nefasto, ci saranno cataclismi”

Milano, la terra trema: la ciliegina sulla torta sul 2020

Terremoto Milano
Dal profilo Twitter di IconaMeteo

Sui social impazzano gli allarmi della popolazione e il sostegno dell’Italia tutta. Questo anno ci ha sicuramente insegnato a vivere ogni singolo evento con forte ironia, 17 dicembre alle ore 17:00. Non sono in pochi quelli che guardano con rassegnazione a eventi così catastrofici. C’è poco da scherzare, la paura del terremoto è terribile. Tuttavia, molti vedono in questo sisma l’ennesima tragedia di un anno disastroso.
Che sia la causa del mancato scioglimento del sangue di San Gennaro, come per l’Irpinia nel 1980?
Nella giornata di ieri, mercoledì 16 dicembre, l’Ingv aveva già rilevato diverse attività sismische lungo tutto lo stivale. Una scossa di magnitudo 2.1, alle 5:31, profondità 10 km, a Vicovaro, nella provincia romana. Un’altra di magnitudo 2.0 ad Amaro, nella provincia di Udine, profondità 13 Km.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 + sei =