Test sierologico al check-in: la fase 2 degli alberghi parte da Napoli

2
886
Test sierologico

Chi sceglie una vacanza a Napoli, in tempi di pandemia, può farlo in tutta sicurezza. È nel capoluogo campano il primo albergo italiano a fare il test sierologico al check-in. Si tratta dell’hotel “Romeo, pronto ad accogliere i clienti in arrivo con un personale infermieristico specializzato. Una svolta davvero significativa, in grado di offrire la giusta protezione per un soggiorno in tutta sicurezza.

Ti consigliamo come approfondimento – Test sierologici, si parte in tutta Italia. Ecco come funzioneranno i controlli

Test sierologico immediato al check-in

Dalla pagina Facebook ufficiale dell’hotel Romeo

L’hotel “Romeo”, sito in Via Cristoforo Colombo 48 a Napoli, ha adottato misure di sicurezza davvero significative. Per aiutare i clienti e il personale della struttura, è stata messa a disposizione un’area dedicata ai prelievi. Chiunque entri nella struttura, che sia per soggiornare nell’albergo, per accedere al ristorante “Il Comandante” o per la spa, sarà sottoposto a immediato controllo. Nel “Romeo Medical Point”, quest’area privata e lontana da occhi indiscreti, è presente un infermiere e l’occorrente per il prelievo. Nel giro di pochissimi minuti, il risultato dirà se la persona ha acquisito o meno gli anticorpi da Covid-19. In caso di responso negativo, si potrà accedere tranquillamente nella struttura e usufruire di tutti i servizi a disposizione. Con un responso positivo, invece, non si potrà entrare.

Anche il personale viene regolarmente sottoposto al test sierologico, in modo tale da poter mettere a disposizione di tutti una struttura Covid free.

Ti consigliamo come approfondimento – Vacanze sicure: il New York Times promuove la Campania

La sicurezza oltre il test sierologico

Test sierologicoL’Hotel si è attivato anche per offrire servizi igienico-sanitari utili al soggiorno. Coloro che albergano nella struttura hanno in dotazione un kit contenente gel disinfettante, mascherina e guanti per uscire in tutta sicurezza. Altra garanzia è la sanificazione degli aeratori tramite nebulizzatori e dei luoghi chiusi a cadenza giornaliera. I tendaggi, le zone di comfort, il ristorante, la spa e la palestra vengono sanificati con vapore secco saturo. Per quanto riguarda i servizi igienici e gli spogliatoi, invece, vi è una sanificazione ogni due ore. I prodotti utilizzati per queste operazioni sono tutti a base di etanolo o di ipoclorito di sodio. Garantita anche la distanza di sicurezza, secondo le norme vigenti dell’Oms, tra il personale e i clienti.

In aggiunta, a tutti coloro che entreranno nell’hotel “Romeo”:

  • Sarà misurata la temperatura secondo le norme disposte;
  • Verrà effettuata la sanificazione delle borse e di tutti i bagagli;
  • Sarà disposta l’igienizzazione delle proprie vetture in custodia.

Test sierologico, un’indagine necessaria

Test sierologicoL’hotel “Romeo”, come molte altre aziende italiane, s’impegna effettuando il test sierologico non solo ai clienti, ma anche al proprio personale. All’insaputa di molti, questo tipo di analisi ricopre un ruolo fondamentale.

Dall’inizio della fase 2, è passato il doppio del tempo d’incubazione del Covid-19. I dati, attualmente, ci fanno tirare un lieve sospiro di sollievo. I casi di contagio e di decesso sono calati nettamente. Per poter studiare al meglio da vicino questo nuovo Coronavirus, è importante poter eseguire il test sierologico. Molti sono scettici a riguardo e sono tante le scuole di pensiero sull’attendibilità dell’indagine sierologica. Sta di fatto che un test del genere è necessario per poter analizzare più dettagliatamente campioni di persone contagiate. Risulterà quindi più semplice poter individuare potenziali asintomatici per poter fermare il propagarsi del virus.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × cinque =