Napoli, arriva l’hub vaccini mobile: aiuterà pazienti impossibilitati a muoversi

0
207
Tir vaccini Napoli
Foto dalla pagina Facebook dell'associazione Onlus "Vivere per amare - Live to Love"

Tir vaccini Napoli: è tutta partenopea l’idea di aiutare a ricevere il vaccino tutti coloro che non possono recarsi negli hub o che vivono in zone inagibili. Il progetto è opera della onlus napoletana “Live to Love”. La presentazione è avvenuta nella giornata del 4 maggio e nel pieno della campagna vaccinale del capoluogo campano.

Ti consigliamo come approfondimento – Green pass nazionale: l’Italia anticipa l’UE e riparte dal turismo

Tir vaccini Napoli: un vero e proprio ambulatorio mobile

Tir vaccini Napoli
Foto dalla pagina Facebook dell’associazione Onlus “Vivere per amare – Live to Love”

Tir vaccini Napoli – Con l’avvio della campagna di vaccinazione di massa, sono tanti i problemi insorti nella gestione delle somministrazioni. Uno tra questi riguarda gli stessi pazienti. Spesso accade, infatti, che i cittadini non riescano a raggiungere il centro vaccinale di riferimento. I motivi possono essere vari, come l’impossibilità a muoversi o a spostarsi dalla propria abitazione. Per questo motivo, la onlus napoletana Live to LoveVivere per amare” ha messo in campo un’importante iniziativa. Nello specifico, un tir vaccinale potrà raggiungere tutte le persone che hanno difficoltà a spostarsi. Il tir ospita al suo interno un vero e proprio ambulatorio medico. Inizialmente era stato concepito per promuovere campagne di prevenzione e screening per malattie gravi. Grazie alla onlus, invece, si è trasformato in un hub vaccinale mobile.

Ti consigliamo come approfondimento – Cane salva neonato abbandonato al parco. Padrone commosso: “Un eroe”

Tir vaccini Napoli: “L’unica arma per contrastare il virus”

Tir vaccini NapoliTir vaccini Napoli – “La vaccinazione è l’unica strada per contrastare il virus. Mettere un presidio mobile a disposizione di enti e ASL che ne faranno richiesta, può servire per offrire supporto e aiuto agli abitanti che non riescono a raggiungere gli hub vaccinali”. Così ha spiegato Carlo Molino, presidente e medico della onlus “Live to Love”. Il tir è già dotato delle attrezzature necessarie. L’ultimo step sarà ricevere l’autorizzazione da parte delle Aziende Sanitarie Locali. A seconda delle esigenze, il mezzo potrà essere utilizzato in tutto il territorio italiano. Al suo interno possiede sia una sala d’attesa che un ambulatorio. È dotato di defibrillatore, elettrocardiografo, sterilizzatrice e ossigeno. Per il personale medico – infermieristico, è disponibile uno spogliatoio con doccia.

Il tir è stato presentato nella mattinata del 4 maggio alla sede del Comando Logistico della Marina Militare. A parlare è stato il Capitano di Vascello, Stefano Calvetti. “Da sempre la Marina Militare è al fianco dei più deboli e appoggia integralmente iniziative di solidarietà. Il Sud ha un cuore enorme e lo dimostra anche oggi”, ha dichiarato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − 10 =