Torino, nuovo mix di droga pericoloso dilaga nei quartieri della movida: la cocaina rosa

0
344
Torino cocaina rosa
Fonte La Stampa

Torino cocaina rosa: nei quartieri della movida torinese dilaga un nuovo tipo di droga. Si tratta della cocaina rosa, un mix di ketamina e Mdma, molto pericoloso. La vendita avviene tra i giovani e il costo si aggirerebbe tra i 70 e gli 80 euro al grammo.

Ti consigliamo come approfondimento-Altro tassello al “Ferragni Pandoro gate”: aperta un’inchiesta dalla Procura di Prato

Torino cocaina rosa: nuova droga pericolosa

Fonte La Stampa

A Torino una nuova droga dilaga nei quartieri della movida e non è venduta a buon prezzo. Il costo si aggirerebbe all’incirca tra i 70 e gli 80 euro al grammo. Si tratta della cocaina rosa: all’apparenza ha un aspetto gentile, ma il colore inganna. Infatti, si tratta di un pericolosissimo mix chimico di ketamina e Mdma che alimenta allucinazioni, prolunga gli effetti dello stordimento. La sua tossicità non è stata esplorata in pieno. La cercherebbero soprattutto i clienti più giovani, e gli spacciatori starebbero incrementando le forniture. La cocaina colorata di rosa, proveniente dalla Colombia e dai Paesi Bassi, sta conquistato il mercato. Dal capoluogo piemontese la pericolosissima droga sembrerebbe essere distribuita in tutta Italia.

Ti consigliamo come approfondimento-Incidente fatale a Urbino: scontro tra pullman e un’ambulanza che prende fuoco

Torino cocaina rosa: le piazze di spaccio

movidaLe piazze di spaccio si spostano, seguono le nuove generazioni. Via Santa Giulia, via Catania: dove va la movida, va lo stupefacente. La “cocaina rosa” la smerciano gli italiani. Si tratta di una droga di tendenza. Il resto è perlopiù hashish e marijuana. Quasi tre quintali sono stati sequestrati dai carabinieri nell’ultimo anno. Milleseicento le piantagioni di cannabis scoperte dai militari. A seguire 15 chili di cocaina e 15 di eroina.  I 131 arresti e le 176 denunce dal 1° gennaio al 30 settembre e i sequestri raccontano le piazze che cambiano. Gruppi criminali che si spartiscono la città e i clienti. Gli italiani spacciano in piazza Santa Giulia marijuana e cocaina rosa. In via Catania, alle “Panche”, è zona dei nordafricani. Chi gestisce il traffico impiega pusher tra i 24 e i 35 anni: più semplice, così, agganciare giovani studenti universitari.

Ti consigliamo come approfondimento-Quindicenne tenta suicidio: era stata stuprata da ragazzo conosciuto sui social

Torino cocaina rosa: altre zone

zona biancaA San Salvario, invece, si vende cocaina, eroina, crack. I clienti sono in maggioranza italiani adulti, gli spacciatori, invece, spesso non hanno ancora compiuto diciotto anni. Chi li gestisce sa bene che così è più semplice eludere le maglie della legge. Decine le segnalazioni dei residenti arrivate al Comando provinciale dei carabinieri e le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli sotto i portici di via Nizza, in via Berthollet, in via Saluzzo, nella zona dei giardinetti Ginzburg. Storia che si ripete a Barriera di Milano: piazza di spaccio storica della città. Lì non si punta alle nuove generazioni, ma alle fragilità e ai dolori di chi la droga l’ha incontrata anni fa e non riesce a liberarsene.