Mamma invia torta alla figlia per Posta, ma il dolce arriva mangiato per metà

0
140
Torta mangiata poste

Torta mangiata poste: una mamma invia una torta Sacher per posta alla figlia, ma il dolce arriva mangiato per metà. La torta era stata inviata alla figlia per il suo compleanno. La mamma ha esposto un reclamo scritto alle Poste.

Ti consigliamo come approfondimento-Libretti postali a rischio chiusura, Poste Italiane pronta a disattivarli anche se ci sono soldi sopra

Torta mangiata poste: sorpresa all’arrivo del pacco

Una madre pasticciera di Viareggio prepara e spedisce alla figlia per il suo compleanno una torta tramite Posta. Ma all’arrivo la torta risulta essere mangiata a metà. La madre ha raccontato di aver curato il dolce in ogni dettaglio e dopo averlo preparato e imballato, lo porta alle Poste. La torta viene impacchettata e inviata in Lombardia. Ma al suo arrivo la figlia apre la scatola e scopre che ne manca la metà e addirittura manca una candelina. La protagonista della vicenda è Mariella Barsotti, titolare della pasticceria Mary Sweet di Viareggio. La donna a Repubblica ha raccontato: “Mia figlia compie gli anni il 25 agosto. Mi ha chiesto di spedirle un dolce a Milano, dove vive. Voleva fare una festicciola con una decina di amici e amiche, addirittura gente che viene dalla Scozia. Voleva la Sacher, uno dei suoi dolci preferiti, e io l’ho preparata come piace a lei”.

Ti consigliamo come approfondimento-Torta al cioccolato: fare innamorare una donna al primo appuntamento

Torta mangiata poste: “Chi l’ha mangiato è un troglodita”

La Barsotti ha detto di essersi recata alle Poste e di aver inviato la torta intatta. La donna, infatti, ha dichiarato: “Oltre alla confezione del dolce ce n’era un’altra sigillata gialla di Poste. In più avevo scritto ‘dolce sopra, come mi hanno detto all’ufficio postale. Non ho badato a spese per questa spedizione. Sono stata avvertita che il pacco poteva arrivare leggermente ammaccato, ma non avrei mai immaginato quel che è successo dopo. All’arrivo, mia figlia mi chiama in lacrime e mi dice che hanno mangiato il dolce. Non ci credevo e così mi ha mandato le foto. Si vede che il dolce è stato tutto mangiato, peraltro con le mani. Chi l’ha mangiato, come un troglodita, ha anche toccato l’imballaggio, sporco di cioccolata”.

Ti consigliamo come approfondimento-Prete si barrica alle Poste perché rifiuta il Green Pass: arrivano Carabinieri

Torta mangiata poste: “Non voglio il rimborso”

Poste italiane pensioniMariella Barsotti si reca immediatamente all’ufficio postale di Viareggio e chiede di parlare con il direttore. La donna racconta: “Pure lui è rimasto colpito. Mi ha consigliato di fare reclamo online che è più veloce, mentre anche lui apriva una pratica. Pochi giorni dopo sono tornata alle Poste e ho fatto pure un reclamo scritto. Solo due giorni fa Poste mi ha contattato per dirmi che avevano accolto la nostra richiesta. Probabilmente è stato qualcuno al centro di smistamento in Lombardia a mettere la mani sulla Sacher. Non voglio rimborsi, ci mancherebbe, il danno è morale e non economico. Voglio solo che chi ha sbagliato paghi, voglio che una roba del genere non succeda più, è una cosa inverosimile “.

Poste Italiane si è scusata per l’accaduto. In una comunicazione riporta: “Rassicuriamo la cliente che riceverà, nei tempi previsti, risposta al reclamo presentato nei giorni scorsi. L’azienda coglie l’occasione per ricordare a tutti i clienti di verificare le condizioni generali di contratto in presenza di spedizioni particolari come quella interessata.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − 13 =