Tragedia in un parco acquatico: 12enne muore mentre scivola in piscina

0
1093
Tragedia parco acquatico

Tragedia parco acquatico: bambino di 12 anni di Pompei è morto in un parco acquatico. Il ragazzino era su uno scivolo quando è avvenuta la tragedia. Sul posto sono intervenute le Forze dell’Ordine. Le cause del decesso del bambino sono ancora ignote.

Ti consigliamo come approfondimento-Maniaco in camping filma una 13enne sotto la doccia: la folla sente le urla e lo aggredisce

Tragedia parco acquatico: 12enne muore

Una tragedia è avvenuta ad un parco acquatico a Battipaglia, in provincia di Salerno: bambino di 12 anni muore. Il ragazzino, di Pompei, era insieme alla sua famiglia nel parco acquatico ed è morto questa mattina. Il piccolo stava giocando su uno scivolo, quando improvvisamente è deceduto. La tragedia è avvenuta questa mattina all’Acquafarm di Battipaglia. Le cause del decesso sono ancora ignote. I primi soccorsi sono stati effettuati dai bagnini del parco acquatico. Sono poi giunti i mezzi di soccorso del 118. Il personale sanitario però non ha potuto fare altro che determinare il decesso del piccolo. Sul posto sono giunte anche le Forze dell’Ordine per indagare sulla vicenda. Infatti, come detto, sono ancora ignote le cause del decesso. Le indagini sono state affidate al commissariato della Polizia di Stato di Battipaglia guidati dal vicequestore Giuseppe Fedele.

Ti consigliamo come approfondimento-Omicidio shock: bambina di 9 anni accoltellata per strada in pieno giorno!

Tragedia parco acquatico: cause del decesso ignote

Uomo lega figlio
Dalla pagina Facebook della Polizia di Stato

Le cause del decesso del bambino sono ancora ignote. Le ipotesi sono molteplici. Infatti, le Forze dell’Ordine intervenute cercano di scoprire le dinamiche della tragedia. Dalle prime indiscrezioni si sa che il piccolo era salito su uno scivolo acquatico per scendere in acqua. Fino ad allora il bambino era in buone condizioni di salute. Ora bisogna capire se il piccolo abbia avuto un malore oppure sia accaduto altro. Infatti, le indagini delle Forze dell’Ordine, attraverso le testimonianze dei presenti, potrebbero dare notevoli indicazioni. Come detto, è necessario capire se il piccolo si sia sentito male durante la discesa oppure se sia accaduto altro. Tra le ipotesi c’è anche la possibilità che il piccolo abbia riportato qualche trauma o contusione fatale. Le indagini sono in corso e bisognerà attendere eventualmente anche l’autopsia sul corpicino.

Ti consigliamo come approfondimento-Due poliziotti drogano e violentano una 18enne, ma non vanno in carcere

Tragedia parco acquatico: indagini in corso

pulizia covid-19 calabria autodichiarazione, concorso cancellieri esperti decreto legge pasqua, riforma giustizia processo penale, processo clan mascitelli reddito cittadinanza, cina magistrato robotAl momento le Forze dell’Ordine non hanno chiuso il parco acquatico, ma posto sotto sequestro soltanto lo scivolo. Infatti, la Polizia dovrà accertarsi anche di possibili problemi e malfunzionamenti dello scivolo. Si indaga su tutto. Morire durante una giornata di divertimento in un parco con la propria famiglia è davvero brutto. La famiglia della vittima, ancora sotto shock, verrà interrogata per capirne di più. In seguito, si tenterà di interrogare anche altri presenti nel parco. Ma principalmente verranno interrogati i membri del personale addetto alle piscine. Al momento questi ultimi e il proprietario del parco non rischiano nulla, ma solo le indagini potranno dire di più. Se verranno trovati problemi o malfunzionamenti nel sistema di utilizzo dello scivolo, gli addetti e il proprietario verranno indagati. Le accuse potrebbero essere anche di omicidio colposo e di cattiva gestione dell’impianto. Ovviamente, si parla solo di ipotesi al momento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − 3 =