Tredicesima a rischio per chi non ha il Green Pass: le sanzioni economiche

0
187
tredicesima green pass

Per avere la tredicesima Green Pass potrebbe essere essenziale. I lavoratori che non si presentano a lavoro perché sprovvisti saranno ingiustificati. L’accumularsi di queste assenza causerebbe al lavoratore diverse sanzioni economiche. 

Ti consigliamo come approfondimento – Manifestazione Milano, sabato nero per i Novax, 83 denunce e 1 arresto

Tredicesima Green Pass: chi rischia 

tredicesima Green Pass, sciopero scuola, dl green pass obbligatorio
Dall’account Twitter Palazzo Chigi

L’obbligatorietà del possedimento del Green Pass sui posti di lavoro pubblici e privati è in vigore dallo scorso 15 ottobre. Nonostante le diverse manifestazioni di queste settimane la legge si manterrà sicuramente fino al 31 dicembre. Il lavoratore che in questi mesi quindi non possiede il green pass non potrà recarsi sul posto di lavoro. Si tratta di un’assenza che a differenza dei primi mesi della pandemia non sarà più giustificata. Non essere vaccinato o non voler effettuare un tampone non sarà più una scusante per assentarsi dal lavoro. Il lavoratore non potrà essere licenziato, ma il datore potrà sospendergli lo stipendio a tempo indeterminato. L’accumularsi di assenze ingiustificate causerà una perdita di stipendio e di contributi per il lavoratore. In particolare con l’avvicinarsi della fine dell’anno a rischio per i lavoratori no pass c’è anche la tredicesima. 

Ti consigliamo come approfondimento – Green Pass obbligatorio sul lavoro: rischio multe fino a 1.500 euro

Tredicesima per i lavoratori no green pass: come calcolarla 

tredicesima Green Pass, agenzia delle entrate circolare decreto ristori Inps Regione Campania reddito di emergenza, bonus donne disoccupate 2021, bonus affitti contributo fondo perdutoCom’è noto la tredicesima viene erogata a tutti i lavoratori sotto contratto nel mese di dicembre. Per calcolarla l’impiegato deve dividere il proprio stipendio annuale per le 12 mensilità di un anno. L’ammontare deve poi essere moltiplicato per i mesi effettivi di lavoro. Un mese pieno richiede almeno 15 giorni effettivi di lavoro. I no green pass che non si sono recati al proprio impiego vedranno quindi inevitabilmente una riduzione della loro tredicesima o addirittura nei casi più estremi la totale assenza del contribuito. Infatti a differenza dei periodi di ferie o assenze per malattie che vengono conteggiate come giorni lavorativi nel bilancio della tredicesima, l’assenza per non avere il green pass è ingiustificata e quindi non retribuita. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × tre =