Truffa prezzo benzina a Napoli, distributori “furbetti” alzavano di proposito i prezzi: multati

0
1003
truffa prezzo benzina napoli, Inghilterra benzina, aumento benzina

Truffa prezzo benzina Napoli, i controlli della Guardia di Finanza hanno individuato diversi distributori irregolari che speculavano sui prezzi. Individuati diversi furbetti tra Napoli e provincia che sono stati prontamente chiusi e multati. 

Ti suggeriamo come approfondimento – La frase shock di Draghi sul gas e la guerra: “Volete la pace o condizionatori accesi?”

Truffa prezzo benzina Napoli: i controlli sul territorio 

Truffa prezzo benzina napoli, Bonus benzina 200 euroNel corso di alcune settimane, la Guardia di Finanza si è occupata di una lunga e attenta analisi dei distributori del carburante sul territorio. Le indagini sono iniziate dopo diverse segnalazioni sul web che denunciavano dei prezzi eccessivamente alti. Le Fiamma Gialle nei loro controlli hanno scoperto circa 14 furbetti che speculavano sulla crisi del gas aumentando volutamente i prezzi. Nonostante sui loro cartelli ci fossero stabiliti dei prezzi adeguati, al momento del pagamento il prezzo veniva volutamente aumentato. La scusa propinata poi agli automobilisti che si lamentavano dei prezzi era quella della guerra che aveva causato un aumento così vertiginoso. I distributori in questione avevano stipulato un listino dei prezzi “fai da te”.  Non comunicando le loro effettive cifre al Ministero dello Sviluppo Economico. Dopo essere stati individuati dalle Forze dell’Ordine i commercianti hanno ricevuto una multa che oscilla tra i 500 e i 3mila euro. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Putin chiede pagamenti in rubli per il gas: “Non facciamo beneficenza”

Truffa prezzo benzina Napoli: scoperta vendita abusiva di gpl

truffa prezzo benzina napoli, esplosione negozio PalermoNegli oltre 245 controlli effettuati nella provincia di Napoli, le Forze dell’ordine hanno anche scoperto a Pozzuoli una vendita abusiva di gpl. Si tratta di un sito di stoccaggio fuori regola che vendeva sotto banco e ricaricava abusivamente bombole di gas. Sul posto sono stati sequestrate 65 bombole per un totale di 755 chili di gas. Il gestore 40enne è stato denunciato per frode in commercio e violazione alla normativa inerente alla prevenzione incendi. Un commercio simile scoperto anche a Casoria. Qui si trattava invece della vendita di contrabbando di gasolio. Sono stati trovati e sequestrati oltre 1,300 litri di gasolio. Ad essere denunciato per possesso di materiale esplodenti, un 49enne del posto. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Sciopero camionisti, da lunedì si fermano i tir: “Impossibile continuare con questi costi”

Prezzo gas in aumento: distributori minacciano sciopero dal 4 al 6 maggio 

truffa prezzo benzina napoli, camionisti benzina, sciopero camionisti lunedì“Nel caso in cui nel prossimo provvedimento utile dovessero essere nuovamente ignorate le istanze presentate, il settore andrà in sciopero il 4, 5 e 6 maggio 2022”. Un blocco di tre giorni annunciato dalle associazione di Federmetano, Assogasmetano e Assoenergia. La loro richiesta è “Primo tra tutti una riduzione dell’Iva dal 22% al 5%. Già accordata per gli usi civili e industriali, cui si aggiunge l’estensione del credito d’imposta per gli autotrasportatori anche al Cng”. Uno sciopero che potrebbe coinvolgere a catena anche il settore degli autotrasporti e quindi vedere ingenti problemi logistici nei supermercati. Si tratterebbe del secondo sciopero nel giro di alcuni mesi. L’ultimo aveva quasi rischiato di bloccare l’intero paese. Nonché conseguito un aumento dei prezzi per le materie prime.