Sospetta diagnosi errata provoca la morte di una donna per tumore

0
277
Tumore campania morte

Tumore Campania morte: i parenti di Lucia Taliento, morta lo scorso 24 agosto, chiedono giustizia. La donna è morta a causa di un melanoma maligno tipo nodulare ulcerato che, se fosse stato preso in tempo, le avrebbe potuto lasciare una speranza. Tuttavia, le analisi, fatte due anni prima, avevano escluso la presenza di cellule maligne.

Ti consigliamo come approfondimento – Toyota contro auto elettriche: “Inquinanti e troppo care, metteremo a rischio l’industria”

Tumore Campania morte: i parenti chiedono giustizia

coronavirus tumore campania morteLucia Taliento, due anni prima, aveva fatto la biopsia per un neo sospetto. L’esito dell’esame era rassicurante: negativo per cellule maligne, riportava. Invece, quel referto che le aveva mostrato il medico che le aveva asportato quella strana macchia dalla pelle, sarebbe stato errato.

Un errore, se confermato, che ha portato alla morte di Lucia Taliento lo scorso 24 agosto. La donna, 40 anni, è morta a causa di un melanoma tipo nodulare ulcerato. Un intervento tempestivo le avrebbe dato l’opportunità di lottare contro un male così cruento. La speranza di poterlo sconfiggere e continuare a vivere la propria vita.

Ti consigliamo come approfondimento – Ascierto primo oncologo al mondo: intervista all’eccellenza del Pascale di Napoli

La battaglia dei legali

consiglio di stato tumore campania morteI legali della famiglia, gli avvocati Alessandro Milo e Amedeo Di Pietro, si sono fatti consegnare i campioni prelevati dal medico. Un altro laboratorio diagnostico napoletano, analizzando gli elementi, ha evidenziato la presenza di una pericolosa neoplasia della pelle. Non è tutto; gli avvocati Milo e Di Pietro affermano che “non c’è traccia del centro d’analisi a cui il medico avrebbe delegato l’analisi dei campioni di pelle prelevati”. Gli avvocati Milo e Di Pietro hanno avanzato anche l’ipotesi secondo cui il referto fosse falso.

Tuttavia, sulla questione circolano diverse ipotesi. Ragion per cui è ragionevole aspettare l’intervento della magistratura, sulla quale ricade l’onere di fare chiarezza sulla vicenda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 5 =