Ucraina: mitragliatrici e mortai contro due asili a Kiev, ferite due maestre

0
1172
ucraina asilo, ucraina cittadini arruolati, ucraina trattative, kharkiv guerra, ucraina legione russa,

Ucraina asilo, sembrano essere queste strutture i luoghi designati dagli scontri tra i separatisti filorussi e le forze di Kiev. Si sono infatti svolti, da parte dei filorussi ai danni dei militari di Kiev, due assalti a due asili in due giorni separati. Il primo avvenuto il 17 febbraio, dove un asilo è stato preso a mitragliate ferendo due maestre. L’altro assalto invece è stato causato ieri, da un colpo di mortaio, che ha distrutto l’asilo. Fortunatamente i bambini all’interno si sono miracolosamente salvati. Dal canto loro i filorussi sostengono che questi attacchi provengano da Kiev stessa: “Un pretesto per muoversi contro di noi”.

Ti consigliamo come approfondimento – Ucraina, Stati Uniti sicuri: “Russi pronti ad invadere”. La Farnesina: “Italiani lasciate il Paese!”

Ucraina asilo: le mitragliatrici del 17 febbraio

Campania esplosione commissariato, ucraina asilo,Il primo assalto ad un asilo si è svolto due giorni fa, il 17 febbraio. Dei colpi di mitragliatrici hanno iniziato a dirigersi contro un asilo nei pressi di Stanytsia Luhanska. Un assalto che ha causato ferite a due insegnanti. Le autorità di Kiev accusano i separatisti filorussi. Risulta essere la nona denuncia del giorno di una violazione equiparabile a simili gesti. Il tutto proprio a ridosso delle trattative diplomatiche. Quando insomma si era giunti alla decisione di sedersi ad un tavolo e trattare. Qualcuno, da un lato o dall’altro, o da un terzo polo, ha invece deciso di armarsi contro un asilo.

Ti consigliamo come approfondimento – Crisi Ucraina Russia, prove di disgelo: ecco le richieste di Putin a Usa e Nato

Ucraina asilo: il bombardamento del 18 febbraio

Germania bomba esplode, ucraina asilo,Da un lato o dall’altro o eventualmente da un terzo, non è una supposizione ma un racconto di ipotesi. Di fatto se da un lato le forze di Kiev sostengono che gli artefici degli assalti agli asili siano i filorussi, dall’altro sostengono l’opposto. “Una mossa escogitata per avere un pretesto con cui muoversi contro di noi” affermano i filorussi. Tutto inseguito al secondo attacco presso un asilo. Questa volta non avvenuto tramite colpi di mitragliatrici ma attraverso quelli di un mortaio, nella stessa zona. Incredibilmente i bambini e la maestra sono riusciti a salvarsi. Da lato di Kiev questa risulterebbe la 60esima violazione nelle ultime 24 ore. Di queste, 43, sarebbero avvenute con armi vietate dagli accordi di Minsk.