Ucraina, lo spaventoso avvertimento di Biden: “Mosca invaderà a febbraio!”

0
385
Ucraina Biden avverte

Ucraina Biden avverte: C’è una seria probabilità che i russi invadano a febbraio”. Mentre in Italia la maggior parte dei media sono concentrati a rincorrere il nome del prossimo Presidente della Repubblica, il resto del mondo è in continuo fermento. Sono poco incoraggianti, infatti, i segnali che provengono dall’Est Europa, dove, ad avviso del segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, la Russia starebbe continuando ad ammassare unità militari al confine ucraino.

Ti consigliamo come approfondimento – È guerra tra Russia e Ucraina? Usa mobilita soldati. Evacuate ambasciate

Ucraina Biden avverte: “C’è una seria probabilità che i russi invadano a febbraio”

Ucraina Biden avverteL’avvertimento di Biden è laconico ma, al tempo stesso, restituisce perfettamente il quadro sul quale dovranno destreggiarsi le varie diplomazie; il pericolo di una guerra è serio, anzi quasi imminente. Tanto da spingere il presidente americano a mettere in guardia il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, circa la possibilità che “che i russi invadano a febbraio”. Possibilità che viene respinta dal premier ucraino che ha invitato “l’Occidente a non scatenare «il panico» nella crisi con la Russia”.

Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato, nonostante le notizie poche incoraggianti dal confine, prova a gettare acqua sul fuoco: “Noi stiamo lavorando al meglio per una soluzione diplomatica”. Salvo poi ammettere “Siamo comunque preparati al peggio”. Sulla falsa riga di Stoltenberg si pone il capo dello stato maggiore congiunto Usa, Mark Milley, che ha incoraggiato i Russi a ritirare le truppe dal confine e a seguire la via diplomatica. “Il successo qui è attraverso il dialogo” chiosa.

Intanto Mosca attraverso un comunicato ha reso noto di aver vietato l’ingresso a diversi funzionari dell’Unione Europea. Tale decisione, specificano, è da leggersi come una risposta alla assurda politica di restrizioni unilaterali da parte di Bruxelles. Nella nota vengono specificate le cariche. È vietato l’ingresso: “ai rappresentanti delle forze dell’ordine; degli organi legislativi ed esecutivi di alcuni Paesi dell’Ue”. Il motivo è da ricercarsi nella diffusione della politica anti-russa da parte di questi soggetti.

Ti consigliamo come approfondimento – Russia, sparatoria in università. Almeno 8 morti, si contano i feriti

Prove distensive: Macron e Johnson a colloquio con Putin

biden putin, Ucraina Biden avverteUcraina Biden avverte. Nella giornata di ieri, il presidente francese, Emmanuel Macron, ha avuto un colloquio telefonico con Vladimir Putin, cercando di convincere il presidente russo a intraprendere “un percorso di de-escalation”. Tra le varie leve utilizzate da Macron v’è il rilancio degli accordi di pace di Minsk del 2015.
Oltre al presidente francese, un tentativo sarà fatto anche dal premier inglese, Boris Johnson. Il primo ministro britannico ha già annunciato che nei prossimi giorni farà nella regione; lì tenterà di convincere Putin a fare un passo indietro, scongiurando così lo spargimento di sangue in Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + 9 =