Ucraina: cane attende da un mese la padrona stuprata e uccisa dai russi

0
808
ucraina cane,

Ucraina cane, si chiama Reeny e aspetta ormai da un mese, a Makariv (vicino Kiev), il ritorno della sua padrona. Quest’ultima però vittima di violenze prima, e uccisa poi, dai soldati russi. Una notizia che magari non porta in alto i numeri dei morti, la storia di uno solo. L’annuncio di ciò, ed il racconto, arrivano via Twitter, da parte del consigliere del ministro degli Affari Interni ucraino. Anton Gerashchenko ne da infatti notizia. La donna è stata violentata e uccisa da un soldato russo durante i primi giorni dell’invasione. Sono stati dunque rintracciati i suoi familiari e quest’ultimi hanno deciso di prendersi cura di Reeny.

Ti consigliamo come approfondimento – Ucraina, i soldati russi torturano e violentano molte donne e bambini

Ucraina cane: un’attesa lunga un mese

ucraina cane,Sono i primi giorni dell’invasione russa in Ucraina, le truppe di Putin marciano verso Kiev. Nel loro passaggio viene coinvolta anche la città i Makariv. Qui, gli eccidi dei russi si susseguono uno dopo l’altro e le donne vengono stuprate. Tra queste, una donna, viene portata via dalla sua abitazione da un soldato. Il fedele cane si oppone, poi osserva la padrona essere portata via di casa. Decide dunque di fermarsi lì, dove da nove anni incontra la sua padrona quando ritorna a casa. Si ferma sull’uscio, si allontana un attimo, solo per bere e mangiare, quel poco che trova in giro. Poi torna lì, di nuovo, e attende per ore. Le ore però si fanno giorni, poi diventano settimane e infine sfiorano il mese. Tornano gli ucraini, tornano i loro soldati, i russi vanno via, ma la padrona di Reeny non tornerà.

Ti consigliamo come approfondimento-Sasha, morto il bambino di 4 anni che scappava da Kiev. Mamma: “Il nostro angioletto è già in cielo”

Ucraina cane: che fine ha fatto la padrona di Reeny?

nave giapponese colpita, liguori zelensky, ucraina cane,
Fonte:Twitter

Una notizia che forse fa riflettere sull’umanità intera. Non per il numero di morti, ma per il comportamento di un cane, decisamente più umano rispetto a quello di tanti soldati. La notizia arriva dal ministero degli Affari interni ucraino, dal consigliere del ministro, Anton Gerashchenko. Un cane, di nome Reeny, attende la sua padrona a Makariv, davanti l’abitazione, da quasi un mese. La padrona però, non tornerà più. L’hanno trovata sì, ma nell’elenco delle vittime dei soldati russi. Stando al rapporto è stata brutalmente stuprata e poi uccisa da uno di loro. Perché l’umanità per certe persone è soltanto una parola senza senso. Reeny verrà dunque affidato ai familiari della vittima. Quest’ultimi infatti sono stati contattati in merito alla vicenda ed hanno subito deciso di prendersi cura del cane.

Ti consigliamo come approfondimento-Ucraina, un genocidio a Bucha: sconvolto il mondo, è crimine di guerra

Ucraina cane: la situazione di Makariv

ucraina mariupol, ucraina cane,Makariv, è una cittadina molto vicino a Kiev, per questo bersaglio delle prime invasioni russe. Finita sotto occupazione il 28 febbraio, quando gli aerei russi prima e i carrarmati poi, hanno invaso la città. Solo da pochi giorni i suoi cittadini, quelli sopravvissuti all’eccidio russo, sono rientrati nelle loro case. Almeno, quelli che una casa l’avevano ancora. La città infatti è in macerie, palazzi e abitazioni distrutti, poco è stato risparmiato dai bombardamenti. “Ho ritrovato il mio appartamento completamente distrutto” racconta Oleva Parhomenko, di 32 anni. Il numero dei morti è impressionante, così come quello dei danni. Dei 15 mila abitanti più di 1000 sono state vittime dei russi. Degli edifici cittadini il 40% non esiste più. Al momento sono stati ritrovati 132 cadaveri, tra civili e soldati della resistenza ucraina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × tre =