Ucraina, Stati Uniti sicuri: “Russi pronti ad invadere”. La Farnesina: “Italiani lasciate il Paese!”

0
1014
Ucraina Farnesina

Ucraina Farnesina: “Italiani andate via da lì”. Un messaggio che ricalca quello lanciato dal presidente americano Joe Biden qualche giorno fa nell’intervista rilasciata alla Nbc. Un messaggio che fa allineare il governo italiano sulle posizioni già assunte da Germania e Regno Unito e che invita gli italiani, circa 2mila persone, a lasciare il paese. In una nota dell’Unità di crisi della Farnesina è possibile leggere quanto segue:
In considerazione dell’attuale situazione, si invitano i connazionali a lasciare temporaneamente l’Ucraina con i mezzi commerciali disponibili.

Ti suggeriamo come approfondimento – Crisi Ucraina, Biden vs Putin: “Non toccate gli americani. Se sparate è Guerra Mondiale!

Ucraina Farnesina invita gli italiani a lasciare il Paese

Ucraina FarnesinaL’avviso arriva dopo che il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha convocato una riunione di coordinamento dell’Unità di crisi a seguito dell’innalzamento della tensione che fanno temere e presagire un’escalation. La nota del Ministero degli Esteri continua. “Si raccomanda di posticipare tutti i viaggi non essenziali verso l’Ucraina” si legge. “È anche opportuno mantenersi costantemente aggiornati sui mezzi d’informazione e su questo sito”. Se presenti nel Paese, come già raccomandato nelle ultime settimane, si invita a registrarsi sul sito dovesiamonelmondo.it e scaricare l’app ‘Unità di Crisi’. Si ricorda che i viaggi a qualsiasi titolo nelle regioni di Donetsk e Luhansk ed in Crimea sono sconsigliati. In caso di necessità, l’Ambasciata d’Italia a Kiev è operativa e raggiungibile al numero di emergenza: +38050 3102111”.

Ti suggeriamo come approfondimento – Ucraina, lo spaventoso avvertimento di Biden: “Mosca invaderà a febbraio!”

In fuga verso l’occidente

Ucraina Biden allerta cittadini americani, Ucraina FarnesinaSi può affermare che quella in corso è un’evacuazione che sta avvenendo per gradi. I segnali che provengono dal confine ucraino, dopotutto, non rassicurano. Tant’è che, anche in data odierna, il segretario di Stato americano Antony Blinken ha ribadito che “si continuano a vedere segnali molto preoccupanti di un’escalation in Russia come l’arrivo di nuove truppe sul confine con l’Ucraina”. In parole povere gli Stati Uniti temono che la Russia possa procedere a un’invasione a partire dalla prossima settimana. Prospettiva, quest’ultima, che è stata respinta dall’altro fronte. I russi, infatti, accusano gli americani di voler solo creare allarmismo.

La Russia, al contempo, conferma di aver ridotto il personale nelle ambasciate e nei consolati in Ucraina; spiegando che questa operazione fa parte di un processo di ottimizzazione organizzativa.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 4 =