Ucraina, la disperazione delle mamme a Kiev: “Adesivi sui figli con gruppo sanguino”

0
1353
Ucraina mamme, russia libri scolastici

Ucraina mamme disperate a Kiev dopo il discorso di Putin. Si stanno organizzando per porre adesivi con il loro gruppo sanguino sui figli che vanno a scuola. A raccontarlo la giornalista freelance Olga Tokariuk corrispondente da Kiev. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Ucraina: mitragliatrici e mortai contro due asili a Kiev, ferite due maestre

Ucraina mamme disperate si organizzano su Facebook

ucraina asilo, ucraina mamme “Se volete sapere come reagiscono gli ucraini al discorso di Putin, ecco un assaggio: le mamme su Facebook discutono di mettere degli adesivi sui vestiti dei loro figli, quando vanno a scuola, indicando il loro gruppo sanguigno. Non commettere errori: questo discorso è stato percepito come una dichiarazione di guerra all’Ucraina”. Lo racconta Olga Tokariuk sul suo account Twitter pochi minuti dopo che Putin ha terminato il suo discorso alla nazione. Tokariuk, corrispondente da Kiev narra il lato più umano del conflitto internazionale e i risvolti psicologici dei cittadini comuni che si trovano nelle zone in tensione. Tokariuk sul suo profilo continua ad offrire la prospettiva del popolo ucraino a quella che Putin ha definito “un’azione per mantenere la pace”, ma che un’intera nazione ha registrato come una dichiarazione di guerra. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Crisi Ucraina, Russia prepara l’invasione, gli ucraini la resistenza: “Imbracceremo i fucili”

Ucraina, il discorso di Putin e il riconoscimento delle repubbliche separatiste 

ucraina mamme Intorno alle 19 ieri il capo della Stato russo ha parlato alla sua nazione e non solo per circa un’ora. Si è trattato di un discorso che ha richiamato alle azioni storiche precedenti da Stalin a Lenin fino alla definizione dell’Ucraina come “un governo fantoccio dell’Occidente”. Parole molto forti che su Twitter sono state prontamente criticate. Un utente ucraina infatti commenta. “Il più grande criminale del mondo parla da quasi un’ora di come il mio paese non dovrebbe esistere”. Al termine del suo discorso Putin ha firmato un documento con cui riconosceva l’indipendenza delle repubbliche Lugansk e Donetsk. Una decisione che ha ulteriormente acuito i già deboli rapporti diplomatici tra Occidente e Russia.