Ucraina, Mariupol: catastrofe umanitaria, 2mila bambini deportati in Russia

0
468
ucraina mariupol,

Ucraina Mariupol, c’è il rischio di una catastrofe umanitaria, evacuati tutti i civili. Scoppia l’emergenza umanitaria a Mariupol. La guerra non si limita solo a bombardamenti e carri armati. La dimostrazione lo sono le lunghe file di persona per un pezzo di pane. La mancanza di abitazioni o luoghi di riparo. Mariupol infatti è praticamente semi distrutta, a causa dei bombardamenti. Migliaia di persone sono state evacuate in Russia, ma le autorità Ucraine parlano di “deportazione”. Tra queste sono circa 2 mila i bambini costretti a lasciare la loro casa.

Ti consigliamo come approfondimento – Putin sempre più in difficoltà: minaccia di usare gas letale contro l’Ucraina

Ucraina Mariupol: i bombardamenti e la distruzione della città

Ragazza ucraina malata fugge, ucraina mariupol,Siamo a Sud dell’Ucraina, a Mariupol, un luogo che è diventato purtroppo centro di una catastrofe umanitaria. Da tempo simbolo di propaganda per entrambe le parti, sia Kiev che Mosca. Allo stesso tempo però principale bersaglio degli attacchi russi. Conseguenze che hanno portato a una devastazione della città a livelli incredibili. Metà delle strutture non esistono più. La posizione della città è troppo strategica perché qualcuno dei due stati lasci il posto all’altro. Rappresenta uno dei porti più importanti per l’esportazione di acciaio, carbone e grano. Motivo per cui si continuerà ad andare avanti nella contesa, a rischio di distruggerla interamente. Per questo i civili, che da giorni sono in fila per un pezzo di pane, stanno venendo evacuati. Alcuni si dirigono verso altri territori Ucraini, in migliaia invece verso la Russia. Vengono, a detta delle autorità ucraine, “deportati”. Tra questi circa duemila bambini.

Ti consigliamo come approfondimento – Guerra Ucraina, alcune unità russe si ritirano. Zelensky: “Aiuto tardivo!”

Ucraina Mariupol: la catastrofe umanitaria in atto

Russia Eurovision, russia ucraina guerra iniziata, ucraina cittadini arruolati, ucraina mariupol,Da qualche giorno a questa parte sono migliaia i civili di Mariupol che lasciano la città. “Numerosi civili vengono deportati con la forza oltre il confine con la Russia” spiega la deputata Ucraina Lesia Vasylenko. “Apparentemente per essere al sicuro, ma poi vengono spediti in una direzione sconosciuta e nessuno sente più parlare di loro: le atrocità sono le stesse dappertutto”. Dal canto loro invece i russi parlano di evacuazione, sostenendo di aver “salvato” 30 mila abitanti russofoni di Mariupol. In sostegno delle loro parole mostrano video dove vengono offerti aiuti ad alcuni di loro. Tra questi quello di una donna che piange, perché gli stessi russi hanno distrutto la sua città e ora, è in fila per una razione di pane.

Ti consigliamo come approfondimento – Summit della Nato sulla guerra in Ucraina: intervengono Biden e Zelensky

Ucraina Mariupol: i dati e le testimonianze della situazione

nave giapponese colpita, liguori zelensky, ucraina mariupol.
Fonte:Twitter

La città di Mariupol, che affaccia sul Mare d’Azov, e che rappresenta un porto centrale per il commercio di carbone, acciaio e grano, è quasi interamente distrutta. “Il 50% della popolazione, di 540.000 abitanti, è stata evacuata. Il 90% del patrimonio abitativo è stato danneggiato, in tutto 2.600 case”. Commenta il sindaco cittadino Vadym Boychenko. “L’Ucraina non può abbattere i missili russi con fucili e mitragliatrici”, ha poi sostenuto il Presidente Zelensky. “In continuo contatto con i difensori di Mariupol” prosegue il presidente ucraino. “Vorrei che coloro che stanno decidendo già da un mese se darci gli aerei avessero almeno l’1% del loro coraggio” tuona Zelensky. “La posizione dell’Ucraina deve essere ascoltata. E se non la volete ascoltare sentite almeno le esplosioni che avvengono vicino al confine polacco”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 2 =