Ucraina, missile russo uccide 50 rifugiati: tra le vittime almeno 10 bambini

0
267
ucraina missile stazione

Ucraina missile stazione di Kramatorsk: inizialmente si pensava che ci fossero 39 vittime, ma il numero è salito fino a 50. Tra queste persone, civili rifugiati in attesa di evacuare in un posto più sicuro, almeno 10 sono solo bambini. Zelensky condanna il massacro consumatosi nelle ultime ore. Anche la Commissione Europea definisce “crudele” il volto dell’esercito di Putin.

Ti consigliamo come approfondimento – Cadavere nel Po: spunta l’ipotesi di una ragazza scomparsa ad Ancona

Ucraina missile stazione “per i bambini”

Putin nucleare
Il presidente ucraino Volodymyr Zelens’kyj

Un’altra strage è avvenuta quest’oggi in Ucraina, l’ennesima dal fatidico 20 febbraio. Questa volta ci troviamo nella regione di Donetsk, precisamente nella stazione di Kramatorsk, dove parecchi civili si erano precedentemente rifugiati in attesa di una futura evacuazione. Le loro vite si sono spezzate a causa di un missile russo lanciato proprio lì, sulle loro teste. Un cartello ad accompagnare l’arma; le parole che riporta: “per i bambini”. Anche loro rientrano nella lista dei deceduti in seguito all’attacco, una decina su un totale di cinquanta persone. “Un massacro deliberato“, lo ha definito il Presidente Zelensky. “È in questo modo che la Russia protegge i russofoni dell’Ucraina orientale?” Sull’implacabile e ingiustificabile perdita di vite umane si è espressa anche Ursula Von Der Leyen, Presidente della Commissione Europea: “L’umanità sta andando in frantumi”.

Ti consigliamo come approfondimento – La frase shock di Draghi sul gas e la guerra: “Volete la pace o condizionatori accesi?”

Ucraina missile stazione: la Russia si difende

La Tass, tuttavia, racconta una versione differente dell’avvenimento. Secondo il Ministero della Difesa russo, Mosca avrebbe agito in seguito a una provocazione lanciata dall’Ucraina. I frammenti del missile rinvenuti alla stazione di Kramatorsk apparterrebbero a un vettore Tochka-U che verrebbe utilizzato solo ed esclusivamente dalle Forze ucraine. Ma un’altra versione ancora viene raccontata dalla Commissaria per i Diritti Umani del Parlamento ucraino, Lyudmyla Denisova. “L’esercito criminale russo ha usato un missile a grappolo ad alta precisione Iskander, scrive su Telegram.

Ti consigliamo come approfondimento – Ucraini uccidono soldati russi disarmati: “Quello respira ancora, sparagli”. ONU condanna crimine di guerra

Ucraina missile stazione, ma i crimini di guerra provengono da entrambe le fazioni

ucraini uccidono soldati russiL’esercito di Putin (definito “crudele” da Ursula Von Der Leyen) è stato il primo a muoversi, dando inizio alla guerra che sta devastando l’Ucraina. Eppure non si può totalmente affermare che il Paese sotto attacco sia vittima di un massacro. Questo succede in seguito a un vero e proprio crimine di guerra (così chiamato dall’ONU) avvenuto presumibilmente lo scorso 30 marzo. Circola sul web un video di due minuti circa, e in un tempo così breve è possibile osservare tante immagini raccapriccianti. I combattenti ucraini hanno infatti teso una trappola a un’unità russa, riuscendo a uccidere i soldati nemici. Il filmato mostra proprio questo: corpi deceduti e immersi nel sangue. Poi uno dei soldati (impossibile da riconoscere, dato che la giacca gli copre il volto) si muove appena, trema. Un ucraino si rivolge a un proprio compagno: “Quello è ancora vivo, sta ansimando. Sparagli”. Uno, due colpi di fucile. Un’altra anima abbandona l’ennesimo corpo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × tre =