L’Unione Europea blocca i tirocini gratuiti: deve essere garantito lo stipendio minimo

0
255
Ue vs tirocini gratuiti

Ue vs tirocini gratuiti: il prossimo 10 gennaio dovrebbe arrivare sul tavolo della Commissione la proposta per una riforma del settore. Il Parlamento europeo è stata la prima istituzione comunitaria a bandire i tirocini non retribuiti al suo interno.

Ti consigliamo come approfondimento – Caccia a “Fleximan”, una persona misteriosa da 8 mesi ha abbattuto 8 autovelox

Ue vs tirocini gratuiti: risoluzione

tirocinio campania 2018L’Ue prepara la stretta contro i tirocini gratuiti. Nella riunione del prossimo 10 gennaio dovrebbe arrivare sul tavolo della Commissione la proposta per una riforma del settore. Lo scorso giugno, l’Aula di Strasburgo aveva approvato una risoluzione che impegnava il Collegio a presentare una nuova direttiva. Questa stabiliva standard minimi uguali per i Ventisette. Vi era l’obiettivo di vietare definitivamente la pratica dei tirocini non retribuiti. Tra gli italiani, le opposizioni avevano appoggiato la proposta mentre i partiti di governo si erano astenuti.

La risoluzione si divideva in due parti: una direttiva per i tirocini nel mercato del lavoro e una decisione per i tirocini curricolari. Per i tirocini post laurea o diploma, la direttiva chiede l’obbligo di retribuzione per gli stagisti. La paga dovrà essere in linea con il salario minimo dello Stato membro dove lo stage viene attivato.

Ti consigliamo come approfondimento-Misteriose morti ad Agrigento: le vittime sono donne, una di loro carbonizzata

Ue vs tirocini gratuiti: spese relative a vitto, alloggi e trasporti

unione europea stellantisGli eurodeputati, che si sono intestati da anni questa battaglia, hanno inoltre chiesto norme comuni circa la durata dei tirocini e la protezione sociale dei tirocinanti. I tirocini, inclusi quelli curricolari, dovrebbero garantire almeno la copertura delle spese relative a vitto, alloggio e trasporti. La retribuzione (o il rimborso spese) dovrebbe essere modulata sulla base del costo della vita di ciascun Paese. Il datore di lavoro dovrà sottoscrivere un accordo di tirocinio con lo stagista che preveda un sistema di obiettivi condivisi, valutazione e feedback del lavoro svolto. Il tirocinio dovrà avere una durata minima di un mese e una massima di sei mesi. Sono infine concessi rinnovi solo entro certi limiti. Si impedirà in questo modo che i giovani passino da uno stage all’altro per anni senza reali prospettive di impiego.

Ti consigliamo come approfondimento-La Coca Cola, come Balocco e Safilo, “scarica” Chiara Ferragni e interrompe collaborazione

Ue vs tirocini gratuiti: proposta innovativa?

europarlamentareLa proposta prevede anche degli incentivi per gli imprenditori che propongono stage retribuiti e di qualità. Ciò avviene per combattere la concorrenza sleale di chi sfrutta personale non pagato e da contenere. Ma anche, almeno in parte, per combattere fenomeni come la cosiddetta “fuga dei cervelli”. Altra richiesta dell’Eurocamera è quella di rendere i tirocini maggiormente accessibili alle persone con disabilità e provenienti da contesti vulnerabili. Il Parlamento europeo è stata la prima istituzione comunitaria a bandire i tirocini non retribuiti al suo interno. Se la Commissione proporrà effettivamente questa direttiva, eurodeputati e governi nazionali dovranno trovare la quadra per tradurla in legge.

Secondo uno studio del Forum europeo della gioventù, risalente a un anno fa, un tirocinio gratuito di sei mesi può costare in media fino a oltre 6.000 euro alle famiglie. Così diventa di fatto un elemento di discriminazione economica tra chi può concedersi il privilegio di “lavorare gratis” e per chi fatica a sostenersi senza nemmeno un rimborso spese.