Ufo, è tutto vero: arriva la conferma della Marina americana

0
80
ufo

Gli alieni sono davvero tra noi? È una mania o, quantomeno, un trend topic negli Stati Uniti e nel mondo. Dopo la (tentata) invasione pacifica all’Area 51, nata per gioco su Facebook, e i memes riguardanti simpatici omini verdi, in molti si pongono ancora la domanda: esistono gli extraterrestri e gli UFO? Un indizio potrebbe arrivare addirittura dalla Marina Militare statunitense.

Ti consiglio come approfondimento – Luna artificiale? In Cina la fantascienza sta per diventare realtà

UFO, la United States Navy conferma: tre videoclip sono autentici

ufo Si parla di “Unidentified Flying Object” (UFO) o “Unidentified Aerial Phenomena” (UAP). Sembrerebbe che proprio tali fenomeni, a cui la Marina non riesce a dare una spiegazione, compaiano in alcuni filmati. La situazione parrebbe istituzionalmente complessa, per ragioni militari (perché potrebbe compromettere segreti di Stato) e per l’opinione pubblica.

La conferma arriva dall’autorevole portavoce della Marina, Joe Gradisher, al canale americano CNN. Gli oggetti non identificati, visibili in tre filmati, avrebbero ostacolato le operazioni in volo dei piloti. Sono stati definiti pericolosi per l’incolumità degli stessi. La prima clip in oggetto è del 2004. Il pilota della Marina in pensione David Fravor raccontata di un oggetto bianco, oblungo e con ripetuti movimenti irregolari. Il pilota dichiara che l’oggetto non aveva ali ma procedeva a un’elevata velocità, tanto da paragonarlo a una pallina da ping pong che rimbalza contro una superficie. David Fravor parla della capacità del presunto UFO di andare in alta quota e sparire in meno di due secondi.

Leciti sono i dubbi in proposito, trattandosi di un filmato del 2004, con una probabile risoluzione video non ottimale. Altri due videoclip, però, sono del 2015, quindi recenti e con metodi video e di geo-localizzazioni d’avanguardia. Le tracce audio dei due piloti, entrambi con esperienza, mostrano incredulità riguardo l’oggetto volante.

Ti consigliamo come approfondimento – NASA, finalmente ci siamo! L’uomo torna sulla Luna nel 2024

UFO, il portavoce della Marina: “Pericolo per le esercitazioni dei nostri piloti”

ufoL’ammissione dell’autenticità delle clip è sensazionale per la forma e, soprattutto, per chi è appassionato di fenomeni inspiegabili. Inoltre, sembra si voglia invertire la prassi del silenzio riguardo UFO e UAP. Solo due anni fa, fece scalpore la scelta di un funzionario del Pentagono, Luis Elizondo. L’ex dipendente era a capo di un programma governativo alla ricerca di potenziali oggetti non identificati. Comunicò, esausto, le dimissioni attraverso il giornale New York Times, come segno di protesta riguardo l’eccessiva riservatezza del programma. Riferì anche l’esistenza di un inventario e che in diverse operazioni alcuni aerei avevano caratteristiche assolutamente non coerenti con la tecnologia a disposizione dell’uomo.

Ti consigliamo come approfondimento – Via Lattea: la Nasa scopre 18 pianeti “simili alla Terra”

UFO: segreto militare o bufala secolare? Il dibattito tra scettici e sostenitori

ufoL’indiscrezione da parte della Marina Militare riguarderebbe una piccola percentuale di casi anomali. Per anni l’aviazione americana avrebbe affrontato UFO ma, per timore dell’opinione pubblica, ne avrebbe occultato le prove. Ovviamente, si sprecano le teorie su cosa siano in realtà i tre oggetti non identificati nei videoclip. Il portavoce della United States Navy consiglia a tutti i piloti di segnalare gli avvistamenti. Si tratterebbe dell’unica strada percorribile per poter finalmente scoprire la natura degli oggetti volanti.

E voi, credete nell’esistenza degli UFO e degli alieni o pensate siano semplicemente frutto della fantasia? Fatecelo sapere nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here