Napoli, le ultime parole di Giovanni Guarino: “Guarda cosa mi ha fatto!”

0
939
ultime parole Giovanni Guarino

Ultime parole Giovanni Guarino, giovane ucciso a Torre del greco, riportate dal giostraio che lo ha soccorso. Il giostraio, Gennarino Verde, ha raccontato quegli attimi di terrore e le ultime parole del giovane ucciso. Il giovane è morto in ospedale per le ferite subite.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, rissa al Luna Park finisce in tragedia: un ragazzo morto e uno ferito

Ultime parole Giovanni Guarino: parla il giostraio

Riguardo alla lite di domenica sera a Torre del Greco, in cui è morto il giovane Giovanni Guarino, ha parlato il titolare del Luna Park. Il giostraio, Gennarino Verde, ha raccontato: “Avevamo montato il week end precedente, ma la pioggia aveva rovinato il debutto. Eravamo felici per l’affluenza, la gente si divertiva. Dopo due anni di pandemia e restrizioni, sembrava l’atteso ritorno alla normalità. Ma all’improvviso è scoppiato l’inferno. C’era un gruppo di ragazzini, sembrava stessero discutendo animatamente. Poi è cominciato un fuggi fuggi generale. Un ragazzino è corso in direzione di un bar della zona, trovando rifugio all’interno del locale. Giovanni, invece, si è diretto nuovamente all’interno del luna park. Conoscevo Giovanni da tempo: frequentava l’oratorio con mio nipote: era un ragazzo d’oro, educato e perbene. Lo chiamavamo il gigante buono per la sua stazza e perché era veramente un pezzo di pane.”

Ti consigliamo come approfondimento-Festa della Donna, cena con influencer finisce in maxi rissa nel napoletano

Ultime parole Giovanni Guarino: “Guarda cosa mi ha fatto!”

brescia donna tagliata,Il giostraio continua: “Quando mi ha visto, mi è riuscito a dire solo: guarda cosa mi ha fatto, guarda cosa mi ha fatto. Poi ha perso conoscenza tra le mia braccia. Insieme al personale del luna park abbiamo subito chiamato il 118 per i soccorsi. Giovanni e l’amico sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale Maresca. Ho sperato tutta la notte potesse succedere un miracolo. Invece, Giovanni non ce l’ha fatta. Il luna park doveva restare a Leopardi fino a maggio. Ma, d’accordo con mio fratello Giuseppe, abbiamo deciso di andare via in anticipo. Non credo riusciremo a procedere subito con lo smontaggio delle giostre, ma sicuro saremo chiusi. Non è possibile restare dopo quanto accaduto, il dolore è insopportabile. Non si può morire così a 19 anni.”

Ti consigliamo come approfondimento-Salerno, rissa sul lungomare e due accoltellati: sono 15 i minori arrestati

Notte di caos all’ospedale

campania medici contro regione,La notte della lite sono stati registrati momenti di tensione all’ospedale Maresca di Torre del Greco. L’ospedale in questione è dove sono stati trasportati i due ragazzi accoltellati nella lite. Secondo quanto si apprende dalle Forze dell’Ordine al pronto soccorso dell’ospedale sono arrivati parenti e amici dei ragazzi. Alcuni dei presenti pare che abbiano sfogato la propria rabbia dando calci e pugni alle porte e alla pareti di cartongesso. In un primo momento si era parlato anche di minacce e violenze subite dal personale sanitario, smentite nelle ultime ore. Infatti, grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine presenti sul posto si è giunti immediatamente alla tranquillità. Nel frattempo, ricordiamo che il giovane Giovanni Guarino è morto, mentre l’amico è in prognosi riservata ma non in pericolo di vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici − 6 =