Un Vulcano di Libri: la fiera dell’editoria conquista Somma Vesuviana

0
237
Un vulcano di libri

Una vera e propria “eruzione” di cultura ha travolto Somma Vesuviana dal 15 al 17 marzo. Presso il suggestivo Complesso monumentale Santa Maria del Pozzo, infatti, si è tenuta la prima edizione della fiera dell’editoria Un Vulcano di Libri (Leggi anche – Tamu: apre a Napoli la libreria dedicata ai sud del mondo).

Un Vulcano di Libri nasce grazie alla collaborazione tra l’associazione di promozione sociale Assinrete e partner e sponsor istituzionali e aziendali che condividono l’obiettivo di incentivare la letturapromuovere la cultura. Tantissime le persone presenti, ma ciò che più rincuora è la presenza di tante scuole di vari ordini e gradi. Uno tsunami di giovani etichettati come sempre più vicini ai social e lontani dalla lettura. Eppure basterebbe poco: sarebbe sufficiente individuare un libro che ben si rapporta alle passioni dei ragazzi. Magari sarà proprio quel primo libro a far germogliare la curiosità e la voglia di scoprirne altri.

Un Vulcano di Libri: la scelta perfetta di Somma Vesuviana

Un vulcano di libriLa scelta di organizzare l’evento a Somma Vesuviana si è dimostrata davvero indovinata.  Il “passaparola” è stato immediato e nella tre giorni di fiera il Complesso monumentale Santa Maria del Pozzo ha fatto registrare il “sold out”. La fiera, con ingresso gratuito, aveva l’obbiettivo di far scoprire (soprattutto ai più giovani) la bellezza del libro e della lettura. Il tutto all’impronta della gratuità e del bene comune.

Leggi anche Antonella Cilento e la sua Napoli “donna” con Morfisa

Organizzazione della fiera

I vari editori presenti (clicca qui per scoprirli tutti) hanno organizzato le proprie postazioniUn vulcano di libri nel chiostro del Complesso monumentale. Per le presentazioni, di circa un’ora ciascuna, dei vari editori-espositori sono state riservate due sale. Inoltre, nel corso della fiera, si sono avvicendate letture ad alta voce dei classici della letteratura italiana, il laboratorio di scrittura creativa, il laboratorio di disegno e fumetto, il mondo delle fiabe, il book sharing. Nel chiostro erano anche presenti dei codici Qr. Tali codici permettevano di scaricare gratuitamente, sul proprio ebook o smartphone, i grandi classici della letteratura. Tra un evento e l’altro i visitatori si sono potuti ritagliare del tempo nel Reading corner, l’angolo della lettura, per sfogliare le pagine e individuare le parti più interessanti e coinvolgenti.

Tantissimi gli ospiti illustri che hanno aderito a Un Vulcano di Libri: Sara Bilotti, Pino Imperatore, Sandro Ruotolo, Mario Volpe e Agnese Palumbo (clicca qui per scoprire tutti gli altri).

Libri ma non solo…

Per l’occasione è stato inoltre possibile visitare, sempre gratuitamente:Un vulcano di libri

  • il Complesso Monumentale di Santa Maria del Pozzo
  • il Museo della Civiltà Contadina
  • gli scavi archeologici della Villa Augustea

Il significato più profondo di Un Vulcano di Libri sembra essere stato ripreso da un bellissimo pensiero (letto, tra l’altro, nel primo giorno della fiera) di Umberto Eco:

«Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele; quando Renzo sposò Lucia; quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro.»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here