Unità di misura: si cambia! Chilo, metro e ampere accolgono i loro eredi

0
48
chilo
Da sempre, l’uomo ha avvertito il bisogno di controllare e misurare il mondo che lo circonda. Tale necessità deriva dall’esigenza di proteggersi e sopravvivere, limitando i pericoli e sfruttando al meglio le sue risorse. Ha messo a punto strumenti e unità di misura per calcolare il tempo, lo spazio, il peso, la forza e quanto in natura potesse essergli utile, perfezionandosi di volta in volta.
A partire dal 20 maggio 2019, ben 7 unità di misura di base sono state cambiate. Si tratta della più grande ridefinizione del Sistema Internazionale delle unità di misura (SI) fin dalla sua fondazione, avvenuta quasi 60 anni fa.
Ti consigliamo come approfondimento – Intelligenza Artificiale: storia d’ambivalenza con la medicina

Una svolta necessaria

Bonus bollette unità
Dal 20 maggio, quindi, chilogrammo, metro, secondo, ampere, kelvin, mole e candela sono stati ridefiniti. Le nuove unità di misura sono ora legate a costanti fondamentali della fisica e non più a oggetti materiali, suscettibili di variazioni nel tempo. Tale svolta è stata resa necessaria dal progresso industriale e dalla ricerca. Si tratta di un evento di grande portata, celebrato anche in Italia con una serie di appuntamenti organizzati dall’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (Inrim). È proprio l’Inrim, infatti, a presentare i rinnovati parametri di riferimento. 
Ti consigliamo questo approfondimento – NASA, finalmente ci siamo! L’uomo torna sulla Luna nel 2024

Le unità di misura interessate dal cambiamento

Ora legale unitàLe 7 unità di misura ridefinite sono:

  • Il metro, in termini di velocità della luce (c);
  • Il secondo, in termini di frequenza della transizione iperfine dell’atomo di cesio (Δν);
  • La candela, in termini di efficacia luminosa (Kcd);
  • Il chilogrammo, in termini di costante di Planck (h);
  • L’ampere, definito dal valore numerico della carica elementare (e);
  • Il kelvin, definito dal valore numerico della costante di Boltzmann (k);
  • La mole, in termini di costante di Avogadro (NA).
Ti consigliamo questo approfondimento – Misure? La scienza ti dice se le tue sono quelle giuste

Il Sistema Internazionale delle unità di misura

obesità dieta unità

Lo scorso novembre, gli esperti della 26° Conferenza Generale dei Pesi e delle Misure si sono riuniti in sessione plenaria a Versailles (Parigi) per approvare il nuovo Sistema. La comunità metrologica internazionale, infatti, si prepara da tempo ad accogliere questa novità. Le unità di misura ridefinite rappresentano un grande passo in avanti perché permetteranno di realizzare campioni di riferimento più stabili e riproducibili ovunque.

Il Sistema Internazionale delle unità di misura è in costante evoluzione. Nel corso degli anni, non solo sono aumentate le unità di misura stesse – passando da 3 a 7 – ma anche le loro definizioni sono state interessate da significativi cambiamenti.

All’inizio le unità di misura di base erano definite per mezzo di oggetti fisici o proprietà della materia. Il metro, ad esempio, corrispondeva alla lunghezza di una barra di platino-iridio, conservata a Parigi presso il Bureau international des poids et mesures (l’Ufficio internazionale dei pesi e delle misure). Oggi, invece, è definito dalla distanza percorsa dalla luce nel vuoto in un determinato intervallo di tempo.

È doveroso tranquillizzare gli utenti. Per noi non cambierà nulla. Le nostre bilance, i nostri metri, le nostre lampadine, continueranno a svolgere il loro lavoro come sempre. Tuttavia, nel mondo scientifico, questa piccola rivoluzione ha una vastissima eco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here