Uomo ucciso con un fucile durante la caccia: scambiato per un cinghiale

0
414
Uomo ucciso durante caccia

Uomo ucciso durante caccia: un quarantaduenne è stato colpito a morte con un fucile. L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio tra i boschi di Poggio Finocchio, vicino Roma. I tentativi di rianimazione sono stati vani, l’uomo è morto prima dell’arrivo dei soccorsi. Le Forze dell’Ordine indagano sull’accaduto.

Ti consigliamo come approfondimento-Cinghiale ferito uccide cacciatore durante una battuta di caccia. Si indaga

Uomo ucciso durante caccia: scambiato per un animale

caccia referendumDurante un pomeriggio di caccia, nella giornata di ieri, un 42enne è stato ucciso con un colpo di fucile. L’uomo è stato scambiato per un animale da un proprio amico, un uomo di 27 anni. Il tragico episodio è avvenuto nei boschi di Poggio Finocchio a Tolfa, vicino Roma. La vittima è stata colpita da un colpo di fucile, che lo ha ucciso sul colpo. Infatti, l’amico ha tentato invano di salvargli la vita. All’arrivo dei soccorsi il 42enne era già morto. Sul luogo sono giunte le Forze dell’Ordine che indagano per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Agli inquirenti l’uomo di 27 anni, ancora sotto shock, ha spiegato di averlo scambiato per un animale tra la vegetazione. L’uomo è stato denunciato per omicidio colposo. Nelle prossime ore ci saranno ancora le verifiche del caso sul luogo, mentre la salma sarà sottoposta ad autopsia.

Ti consigliamo come approfondimento-Caccia referendum per abolirla da “Ora Rispetto per tutti gli Animali”

Uomo ucciso durante caccia: ennesimo tragico episodio

Dalla Pagina Facebook della “LAC-Lega per l’Abolizione della Caccia”

Ennesima morte accidentale durante una battuta di caccia. Secondo la Lega per l’Abolizione della Caccia muoiono centinaia di cacciatori l’anno durante le battute. Nella regione Lazio l’associazione animalista ha iniziato una lunga e dura battaglia per abolire specialmente la caccia al cinghiale. Infatti, il presidente della Lega per l’Abolizione della Caccia del Lazio Roberto Vecchio è intervenuto in merito. Egli ha detto: “La caccia al cinghiale è invasiva e crudele. In essa vengono impiegate armi ad alto potenziale e quando è svolta nei pressi dei centri abitati crea seri problemi di ordine pubblico. In generale le battute sono azioni cruente, spesso si verificano incidenti tra cacciatori e la sorte alla quale sono abbandonati i segugi è terribile. Infatti, i cani utilizzati nella caccia, considerati come meri strumenti, restano feriti e vengono uccisi“.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto + 5 =