Shock, ospedale gli nega il trapianto di cuore perché non è vaccinato contro il Covid!

0
256
USA negano trapianto cuore paziente

USA negano trapianto cuore paziente perché non era vaccinato contro il Covid. Questo è quanto riferisce la BBC; il Brigha and Women’s Hospital di Boston avrebbe rimosso dalla lista dei possibili beneficiari di organi DJ Ferguson perché non vaccinato contro il Covid-19. L’ospedale su questo punto non si è detto disposto a cedere e ha già rilasciato un comunicato che spiega il motivo della sua scelta.

Ti consigliamo come approfondimento – Casoria, niente gelato perché non ha il green pass: 88enne estrae la pistola!

USA negano trapianto cuore paziente: un caso che farà discutere

USA negano trapianto cuore pazienteÈ un caso destinato a far discutere l’opinione pubblica. Un ospedale dello stato del Massachusetts, infatti, in ottemperanza dei protocolli ospedalieri ha deciso di escludere un 31enne dalla lista trapianti. Il motivo? Dj Ferguson, così si chiama l’uomo padre di due figli e di un terzo in arrivo, si è visto escludere dalla lista – nonostante fosse tra i primi beneficiari – perché non vaccinato contro il Covid-19.

David Ferguson, il padre del 31enne, ha così commentato la vicenda:
Mio figlio non ci crede: è contraria ai suoi principi. Mi rendo conto che questa è la policy dell’ospedale che qui stanno facendo rispettare e quindi lo hanno tolto dalla lista di trapianto di un cuore”.  

L’ospedale, d’altra parte, ha risposto al polverone mediatico rilasciando un comunicato:
Come molti altri programmi per i trapianti negli Stati Uniti, anche il sistema ospedaliero Brigham richiede specifici comportamenti da parte dei potenziali recipienti; tra cui sottoporsi a varie vaccinazioni che includono anche quello per la Covid. Proprio queste procedure contribuiscono ad aumentare le probabilità di successo dell’intervento e la sopravvivenza del paziente”.

Ti consigliamo come approfondimento – Tragedia, bimba muore a 8 anni: colpita alla testa da un proiettile vagante!

I motivi del ricovero

proiettile ano, campania medici contro regione, USA negano trapianto cuore paziente L’uomo si trova ricoverato in ospedale dallo scorso 26 novembre per un problema cardiaco ereditario; quest’ultimo gli provoca dei disturbi sia ai polmoni che alle vie respiratorie.

Sulla polemica è intervenuto anche il direttore di bioetica della New York University che ha così commentato:
Dopo ogni trapianto il sistema immunitario del paziente praticamente si blocca, per cui anche solo un banale raffreddore potrebbe uccidere il recipiente e data la scarsità di organi è necessario che gli interventi vengano fatti su chi ha più probabilità di sopravvivenza. Quindi nel caso a pazienti vaccinati rispetto a chi non lo è”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × quattro =