Vacanze 2023: aumentano voli, case vacanze e tutti i servizi

0
660
Vacanze 2023 rincari; confcommercio agosto

Vacanze 2023 rincari: voli nazionali e internazionali, pacchetti vacanze, gelati e alberghi in rialzo. L’Unione Nazionale Consumatori (Unc) ha stilato la classifica dei prezzi più lievitati nel mese di maggio. Si tratta di una vera e propria stangata del 2 giugno.

Ti consigliamo come approfondimento-Bonus vacanze 2023: ecco come avere fino a 800 euro di sconto

Vacanze 2023 rincari: classifica dell’Unione Nazionale Consumatori

Dalla pagina Facebook dell’Unione Nazionale dei Consumatori

Ci sono rialzi nelle spese legate alle vacanze, come sottolineato da Massimiliano Dona, presidente Unc. Dona ha detto: “Rialzi molto preoccupanti in previsione delle prossime ferie estive. In un solo mese gli alberghi sono rincarati del 5,8%, andare in piscina, palestra o in uno stabilimento balneare costa già il 9,8% in più rispetto ad aprile, il record per quanto riguarda gli aumenti congiunturali. Se il buongiorno si vede dal mattino le vacanze saranno un bel guaio per le tasche degli italiani e si profila il rischio di un’estate infuocata sul fronte dei prezzi”.

Ti consigliamo come approfondimento-L’Unione Europea approva un nuovo alimento a base di insetti: farina di larve

Vacanze 2023 rincari: voli, case e servizi

Bonus vacanzePer quanto riguarda la top ten annua delle voci legate alle vacanze, al primo posto i Voli nazionali che decollano del 43,2% rispetto a maggio 2022. Medaglia d’argento per i Voli internazionali che volano del 36,6%. Sul gradino più basso del podio i Gelati che salgono del 22%.  In quarta posizione i Pacchetti turistici nazionali che si impennano del 19,2%. Mentre, quelli internazionali sono fuori dalla classifica con un ben più contenuto +2,4%. Al quinto posto Alberghi, motel, pensioni e simili per i quali bisogna sborsare il 15,2% in più rispetto allo scorso anno. Seguono Parchi di divertimento e i servizi sportivi con +10,8%. I Fast food aumentano dell’8,4%. I villaggi vacanze e i campeggi aumentano dell’8,2%. Mentre Ristoranti, bar e locali da ballo aumentano del 5,7%. Chiudono la classifica Piscine, palestre, stabilimenti balneari, discoteche con +4,9%. Fuori dalla graduatoria il Trasporto ferroviario passeggeri (+3,8%).

Ma a destare più preoccupazioni sono i rincari mensili. A vincere la top ten assoluta, relativi a tutti i beni e servizi, sono Piscine, palestre, stabilimenti balneari e discoteche. Per questi servizi a maggio si sborsa il 9,8% in più rispetto ad aprile.  Al 2° posto il Noleggio mezzi di trasporto, con i prezzi che crescono del 6,2%. Medaglia di bronzo per Alberghi, motel e pensioni che in un solo mese schizzano del 5,8%. Non va molto meglio per chi in vacanza vuole leggere un libro di narrativa, per i quali dovrà pagare il 5,1% in più. Segue la Frutta fresca con +4,9%, prima tra i prodotti alimentari.

Ti consigliamo come approfondimento-Roma, poliziotta uccisa sotto casa sua. L’assassino sarebbe un suo collega suicida

Vacanze 2023 rincari: alimenti

CiboPer la top ten dei rialzi annui dei prodotti alimentari, vince lo Zucchero che segna un incremento del 52,6% su maggio 2022. Al 2° posto il Riso con +37,1%.  Sul gradino più basso del podio il Latte conservato (+28,7%). Seguono Olio di oliva (+24,6%), Patate (+22,2%) e Gelati (+22%). Al settimo posto gli Alimenti per bambini che continuano tranquillamente e indisturbati a rincarare del 21,5% su base annua. Chiudono la Margarina (+26,4%), lo Yogurt (+19,5%) e, ultime, le Bibite analcoliche (+18,5%).

Per quanto riguarda la pasta, altro prodotto che insieme ai prodotti per l’infanzia è sotto osservazione da parte del ministero, aumenta del 14% su maggio 2022 e dello 0,1% su aprile 2023 nei dati Istat provvisori è disponibile solo la voce che include anche i preparati di pasta.