Vaccini, parestesie e infiammazioni: dall’Ema le prime ammissioni

0
536
long covid vaccini under 30

Vaccini, parestesie e infiammazioni: quello che per molte persone è diventato un incubo, adesso è riconosciuto anche dall’Ema. I dolori, cosiddetti “bruciori”, in varie parti del corpo, possono essere correlati al vaccino.

Ti consiglio come approfondimento – Follia, genitore scopre la figlia incita: va dal futuro papà con l’ascia. Arrestato!

Vaccini e parestesie: di cosa si tratta

thierry breton immunità vaxzevria, quarta ondata virologo gentile, avellino vaccino fragile vaccino open day napoliDiverse persone, nel corso della campagna vaccinale, hanno riscontrato, subito dopo la somministrazione, strani “bruciori” in varie parti del corpo. Si tratta, per la maggior parte, di donne. Trattati come paranoie e quindi curati spesso con ansiolitici, questi disturbi invisibili anche ad esami e accertamenti più approfonditi, potrebbero, secondo l’Ema, essere riconducibili al vaccino.

Il tutto è emerso nell’ultimo aggiornamento sulla sicurezza vaccinale del 6 ottobre 2021. Ebbene, nella scheda redatta dal Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (PRAC), si evidenziano quasi 22.000 mila casi di parestesie e ipoestesie al vaccino Comirnaty di Pfizer, su 1 miliardo e 220.000 dosi somministrate. 

Ti consigliamo come approfondimento – De Luca propone: “Si al lockdown per i no Vax ,oppure c’è il lancifiamme”

Vaccini: la pronuncia dell’Ema

L’Ema ha inoltre precisato che il 75% delle segnalazioni si riferisce a sintomi comparsi il giorno successivo alla vaccinazione. Secondo il PRAC, tali parestesie dovrebbero essere aggiunte al bugiardino del prodotto Cominarty, sotto la voce “effetti collaterali”.

La scheda redatta dal PRAC evidenzia come questi effetti collaterali non siano necessariamente correlati o causati dal vaccino. Il fattore importante, però, è la presa di coscienza e la conoscenza dell’esistenza di queste parestesie. Per diversi mesi, molte persone (soprattutto donne) affette da questi bruciori si sono sentite isolate e spesso trattate come ipocondriache. Del resto, senza una posizione ufficiale in materia, era anche difficile trovare medici che andassero oltre le apparenze. 

Ti consigliamo come approfondimento – Bimbo in rianimazione per overdose, è il terzo in cinque giorni. È allarme

Vaccini e parestesie: comprendere e tutelare

Effetti post Covid, vacciniGrazie alla pronuncia dell’Ema, si può quindi passare al passo successivo, ovvero a una indagine più approfondita. Occorre studiare e capire se esiste davvero un nesso tra parestesie, miocarditi, trombocitopenie riferite e il vaccino anti-Covid.

Il vaccino è un’importante misura contro la malattia. È altrettanto importante tutelare la salute delle persone e comprendere se esistono effetti collaterali nel breve, medio o lungo periodo e quali sono. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + sedici =