Vaccino Astrazeneca migliaia le rinunce, Ema: “È efficace, bisogna usarlo”

0
312
vaccino AstraZeneca sicuro

Vaccino AstraZeneca sicuro, lo ribadisce l’Ema e non solo. Tanti i sostenitori del farmaco inglese, ma le rinunce alla somministrazione aumentano sempre di più. In troppi disdicono il turno di vaccinazione, alla ricerca di Pfizer o Moderna. Il comitato di farmacovigilanza dell’Ema allerta sui prossimi passi. Saranno vagliati tutti i dati, richiesti anche i referti autoptici. AstraZeneca divide, ma l’allarmismo è davvero giustificato?

Ti consigliamo come approfondimento – Campania: sì ad AstraZeneca. La decisione finale dell’Unità di Crisi

Vaccino AstraZeneca sicuro: Ema ribadisce l’efficacia

Vaccino Astrazeneca sicuro

Dopo la Germania, la Svezia, la Danimarca e il Sud Africa, aumentano i paesi titubanti nei confronti di AstraZeneca. Il vaccino a vettore virale che fa singhiozzare le campagne di immunizzazione dopo i tanti casi di decesso post somministrazione. La morte arriva davvero con la vaccinazione? Dall’Aifa e da Ema arriva la smentita, il vaccino è sicuro. A ribadirlo è Nicola Magrini, direttore dell’Agenzia Italiana del Farmaco. “Il rapporto tra benefici e rischi è estremamente favorevole. Non bisogna averne paura al momento e occorre continuare a recarsi ai centri vaccinali con grande tranquillità“. Più di 10 milioni in tutto il mondo hanno ricevuto questo farmaco e non ci sono evidenze scientifiche che dimostrano le conseguenze di decesso. Emicrania, febbre, dolori muscolari e articolari, sintomi comuni; ma correlare morte improvvisa e farmaco è una casualità troppo aleatoria. 

Marco Cavaleri, responsabile della Strategia Vaccini di Ema, ribadisce: “Il vaccino AstraZeneca è efficace e sicuro, quindi bisogna continuare a usarlo“. Sugli eventi tromboembolici presentatisi negli ultimi casi di decesso l’Ema si dice estranea. Sono troppo rari e non c’è correlazione. Tuttavia, per sventare ogni pericolo sarà riunito, nella prossima settimana, un comitato di farmacovigilanza. Saranno riesaminati tutti i dati passati e tutti quelli attualmente raccolti. Richiesti anche gli esami e i referti delle autopsie. “Essendo casi molto rari non sono stati ancora discussi nel dettaglio, prima di far questo è impossibile dire che abbiamo un problema con questo vaccino. Nel Regno Unito, che è il paese che ha vaccinato di più con AstraZeneca con undici milioni di dosi non hanno visto niente di allarmante o preoccupante su questo fronte.” 

Ti consigliamo come approfondimento – Covid in Campania, De Luca: “Evitiamo angoscia sui vaccini, sono sicuri!”

Vaccino Astrazeneca sicuro, allarmismo ingiustificato?

Vaccino AstraZeneca sicuroAstraZeneca, intanto, risponde alla diffidenza dell’UE con una riduzione di dosi. “Sfortunatamente, le restrizioni all’export ridurranno le forniture nel primo trimestre e probabilmente nel secondo“. La causale è segnata da problemi di produzione e restrizioni alle esportazioni. Dopo il blocco del grande lotto consentente più di 500mila dosi, la situazione si fa ancora più incerta. Magrini parla di preoccupazione ingiustificata, Draghi e il ministro Speranza non sono di differente opinione, Margareth Harris, Oms, riporta lo stesso messaggio. Il farmaco di Oxford è sicuro. Gianni Rezza, direttore della Prevenzione, parla di allarmismo ingiustificato; ma è davvero così? Intanto, l’Oms nega la correlazione tra i casi di trombosi avvenuti in Italia e in Austria.

Tuttavia, i dati delle prenotazioni denotano una reale paura da parte degli italiani. Cresce il numero delle rinunce. Da Sud a Nord, parte delle richieste di vaccinazione vengono annullate. È accaduto in Sicilia, dove 7mila cittadini hanno cancellato la prenotazione, mentre l’Alto Adige registra una rinuncia del 5%. in Liguria, il 2,7%, in Campania il 50% dei docenti ha disdetto. Nel Lazio, invece, non potendo scegliere il farmaco di vaccinazione, in molti chiedono uno spostamento di sede. Poiché diverse strutture non posseggono i congelatori opportuni per Moderna e Pfizer. Tutto resta nel comitato di farmacovigilanza. Una sentenza per rassicurare la popolazione mondiale. È tempo di fornire risposte per aumentare la speranza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 + 12 =