Vaccino per sconfiggere Coronavirus, avviati i test: a che punto siamo?

0
420
vaccino covid-19, mascherine fai da te

Da settimane, ormai, è partita la ricerca del vaccino contro il COVID-19. Case farmaceutiche e ricercatori di tutto il mondo stanno lavorando per arrivare il prima possibile a una soluzione. È una vera e propria corsa contro il tempo per arrestare l’avanzata del virus. Al momento ci sarebbero 35 progetti in corso, in attesa di essere messi a punto e sperimentati. Ma vediamo nel dettaglio come si stanno muovendo scienziati ed esperti per la realizzazione del vaccino contro il Coronavirus. 

Ti consigliamo come approfondimento – Il Coronavirus si abbatte sugli animali: migliaia di abbandoni per paura contagio

Vaccino contro il Coronavirus: le tempistiche

vaccino covid-19La domanda più frequente è: quali sono le tempistiche? Non è possibile fare una previsione a questo riguardo. Affinché un vaccino sia pronto, affermano gli esperti, ci vogliono dai 12 ai 18 mesi. La buona notizia è che i ricercatori sono già riusciti ad isolare la sequenza del virus. Questo rappresenta senza dubbio un passo avanti per l’individuazione di un antidoto contro il Covid-19. Le tempistiche lunghe sono giustificate dal fatto che gli esperti si trovano di fronte ad un virus sconosciuto, di cui non si hanno né anticorpi né farmaci.

La messa a punto del vaccino prevede innanzitutto la sperimentazione in vitro, per poi passa a quella animale. Nel frattempo, si cerca di contrastare come si può la crescita del Covid-19. Fondamentali le misure di restrizione messe in atto dai vari Paesi. L’Italia è in prima linea. All’ospedale “Cotugno” di Napoli fa ben sperare un farmaco utilizzato finora per l’artrite reumatoide. Inoltre, si stanno testando farmaci anti-Aids, anti-malaria e quelli già utilizzati per debellare l’Ebola. 

Ti consigliamo come approfondimento – Comunicazione e Coronavirus: chat per sentirsi più vicini 

Speranza plasma

vaccino coronavirusUn’altra speranza arriva dal plasma delle persone guarite da Covid-19. Il plasma prelevato dai pazienti che si sono ripresi dall’infezione, infatti, presenta alti livelli di anticorpi, in grado di distruggere il virus. E’ già stato usato in Cina, da dove è partita l’epidemia, e in Giappone, per curare casi gravi. Anche in Italia si sta cominciando ad usare il plasma per curare i pazienti ricoverati nelle terapie intensive. 

Ti consigliamo come approfondimento – Carta famiglia 2020 tra gli aiuti del governo: ecco come richiederla 

Al via primi test

vaccino covid-19Sono già partiti i primi test del vaccino per il Coronavirus sugli esseri umani. In Italia sono in sperimentazione ben cinque vaccini contro il Covid-19. Altri test sono stati avviati in Cina e negli Stati Uniti, dove sono già cominciate  le sperimentazioni sull’uomo. Intanto ad Utrecht, in Olanda, si lavora su un anticorpo monoclonale, specializzato nel riconoscere la proteina che il virus utilizza per aggredire le cellule respiratorie, dove si attacca il virus del Covid-19, causando l’infezione. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − 10 =