Vaccino Covid, eccellenza campana: “Nostri i congelatori per conservarlo”

0
524
Covid vaccino
Dalla pagina Facebook Ufficiale di Corrado De Santis

Il futuro per il vaccino Covid ha il marchio Made in Italy. L’America ha infatti commissionato a un’azienda campana la creazione dei super congelatori che serviranno a trasportare il vaccino Pfizer. Si tratta della fabbrica Desmon nell’Alta Irpinia, più precisante a Nusco. É proprio qui che da circa un mese si lavora per attuare la parte pratica che permetterà la diffusione e conservazione del futuro vaccino. 

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino Covid, AstraZeneca ammette: “Serve tempo per renderlo sicuro”

Vaccino Covid: l’eccellenza campana 

vaccino Covid
Dal profilo Facebook ufficiale di Pfizer

L’azienda Desmon avvia la propria produzione nell’ambito dei refrigeratori professionali nel 1998. Da allora diventa un punto di riferimento del settore. La prova è oggi data dalla fiducia che l’America ha deciso di dare a questa azienda. Gli Stati Uniti hanno infatti commissionato alla Desmon la creazione dei super congelatori per trasportare il futuro vaccino Covid della Pfizer, che ha bisogno di mantenere una temperatura costante tra i -60 e -86 gradi. Condizioni che non sono facili da creare. È qui che entra in gioco l’eccellenza campana. La fabbrica Desmon lavora da più di un mese ai primi prototipi funzionanti dei super congelatori capaci di creare e mantenere la temperatura richiesta per il vaccino covid.

Ti consigliamo come approfondimento – Pfizer annuncia il vaccino anti-Covid: le borse s’impennano

Vaccino Covid: parla il presidente Corrado De Santis 

Covid vaccino A promuovere l’efficacia e il Made in Italy di questo prodotto è lo stesso presidente della Desmon, Corrado De Santis. In recenti interviste ha infatti garantito la funzionalità dei suoi congelatori e i vantaggi che i suoi prodotti produrranno. “Con i nostri congelatori si garantirà al vaccino di raggiungere le zone più remote del mondo”. L’innovazione senza precedenti di questo prodotto è infatti l’autonomia di mantenere una temperatura sotto i 70 gradi anche in assenza temporanea di energia elettrica. Quest’autonomia permette al vaccino di non ricevere sbalzi di temperatura che lo renderebbero inutilizzabile. “Il mix di tecnologie ha permesso di creare un prodotto che possa mantenere le temperature richieste anche in assenza temporanea di energia elettrica” afferma De Santis. Terminati i test e i collaudi, la Desmon sarà in grado di produrre 50 super congelatori al giorno.

Ti consigliamo come approfondimento – Ascierto primo oncologo al mondo: intervista all’eccellenza del Pascale di Napoli

Richieste già da America, Francia e Arabia Saudita

Vaccino Covid L’America è stata la prima nazione a commissionare il prodotto alla Desmon. Si tratta per ora di 50.000 unità, ognuna capace di contenere 180.000 dosi di vaccino. Ma le commesse arrivano anche da Francia e Arabia Saudita e riguardano un altro prodotto della Desmon. Un altro tipo di congelatore, sempre in grado di raggiungere le temperature richieste, ma questa volta a presa elettrica. Quest’ultimo verrà posto nelle farmacie e negli ospedali e sarà fondamentale per la somministrazione del vaccino alla popolazione. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 4 =