Vaccino Covid, copertura: l’immunità durerà da 6 a 15 mesi

0
306
Vaccino covid copertura

Vaccino Covid copertura da sei mesi a oltre un anno. Sono ancora molti i dubbi e le incertezze della popolazione rispetto all’arrivo del nuovo vaccino anti-Covid. Unitamente alla sua efficacia, la durata della copertura è uno degli elementi più importanti da comprendere per una migliore gestione dell’attuale situazione di emergenza sanitaria. I professori Roberto Cauda e Guido Rasi hanno fornito importanti informazioni in merito. Riportiamo, di seguito, i punti salienti dei loro pareri sull’argomento.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino Coronavirus: due italiani si sono già vaccinati a Londra

Vaccino Covid copertura: uno scudo di 15 mesi

vaccino covid coperturaIl professor Roberto Cauda, ordinario di Malattie Infettive all’Università Cattolica del Sacro Cuore e direttore dell’Unità operativa di Malattie infettive della Fondazione Policlinico Gemelli Irccs di Roma, si è pronunciato in merito alla durata dell’immunità derivata dal vaccino anti-Covid. Come riportato dal giornale La Stampa, l’infettivologo ha analizzato “la fase 4″ del vaccino. Secondo le sue proiezioni scientifiche, la protezione che ne deriverà potrebbe raggiungere i 15 mesi di durata.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino Coronavirus Campania: il Policlinico Vanvitelli lo offre ai lavoratori in sede

Vaccino Covid copertura: protezione da 6 mesi a un anno

vaccino covid coperturaIl professor Guido Rasi, microbiologo all’Università Tor Vergata di Roma ed ex capo dell’EMA (l’Agenzia europea dei medicinali) ha espresso il suo parere da esperto a riguardo in un interessante intervento nella trasmissione televisiva Agorà, in onda su Rai 3.

Relativamente alla durata della protezione vaccinale, ha affermato: “Oggi sappiamo che la protezione dura almeno 6 mesi. Ogni 2-3 mesi saranno aggiornati i dati. Io mi aspetto che duri anche più di un anno. Oggi però la certezza ce l’abbiamo a 6 mesi, perché l’osservazione è stata questa”. Il professor Rasi ha spiegato inoltre che la protezione diventa progressivamente più forte a partire da 15 giorni dopo la prima iniezione e da 7 giorni dopo la seconda iniezione per i vaccini a due punture. Mediamente, tra i 15 e i 30 giorni dalla somministrazione inizia la protezione per qualsiasi tipo di vaccino. A 30 giorni si è protetti.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino Covid, Margaret Keenan prima al mondo a vaccinarsi

Vaccino Covid copertura: nessun problema per chi soffre di allergie

vaccino covid coperturaL’infettivologo Roberto Cauda ha dichiarato che il vaccino non provocherà particolari problemi per chi soffre di allergie. Anche il professor Guido Rasi si è espresso a riguardo, dichiarando di aspettarsi dall’EMA indicazioni più precise e una procedura più cauta rispetto a quella seguita nel Regno Unito.

Il professore ha infatti sottolineato che il protocollo vaccinale specifica chiaramente che il vaccino non va somministrato a pazienti che hanno avuto allergie gravi. I due pazienti che hanno manifestato reazioni allergiche al vaccino in Gran Bretagna avevano con loro l’adrenalina proprio perché consci della loro pregressa esperienza. Questo, secondo il professore, in Italia si eviterà. La decisione che l’EMA prenderà entro il 29 dicembre non sarà solo un’approvazione burocratica. Si tratterà del risultato di uno studio attento di dati scientifici. Questo porterà a una campagna di vaccinazioni efficace e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × tre =