De Micheli conferma l’esposto dell’Avvocatura dello Stato contro Pfizer

0
149
Vaccino covid dati
Ph dal profilo ufficiale di Paola De Micheli

Vaccino covid dati: nella giornata di ieri la ministra delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli a ‘Oggi è un altro giorno’ su Rai 1 ha confermato che l’Avvocatura farà l’esposto contro la Pfizer. Inoltre, Eric Mamer, portavoce della Commissione Ue, ha assicurato che il piano vaccinale non sarà cambiato.

Ti consigliamo come approfondimento – Conte verso Quirinale per dimissioni: crisi pilotata? Ecco i possibili scenari

Vaccino covid dati, De Micheli: “Faremo l’esposto”

Vaccino covid dati
Ph dal profilo ufficiale di Paola De Micheli

A parlare nella trasmissione di Rai 1, Oggi è un altro giorno, è la ministra delle infrastrutture e trasporti, Paola De Micheli.
Gli uffici del commissario ci hanno confermato e comunicato che nella giornata odierna l’Avvocatura dello Stato farà l’esposto contro Pfizer. È evidente che il piano vaccinale che avevamo programmato insieme all’Ue va rispettato”.

La ministra ha anche aggiunto che: “È in atto una verifica. Bisogna accertare se il problema è legato alla produzione o se le dosi son state vendute ad altri paesi. Non ci possiamo permettere come italiani, come governo e come europei che i rapporti non vengano rispettati. L’Avvocatura farà l’esposto. È in gioco la salute e la vita degli italiani e non ci fermeremo di fronte a nulla”.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino anti-Covid agli studenti di Medicina: la campagna della Federico II

Eric Mamer: “Gli obiettivi non cambiano”

unione europea stellantis vaccino covid datiAnche l’Unione Europea non fa passi indietro. Infatti, il portavoce della Commissione Ue, Eric Mamer, dice che nonostante i ritardi di Pfizer i piani non cambiano. L’obiettivo è quello di arrivare a vaccinare l’80% della popolazione vulnerabile e il 70% del personale sanitario entro l’estate. Il portavoce ha sottolineato: “Se cambiamo obiettivo a ogni difficoltà, perdiamo la prevedibilità e la chiarezza per tutte le parti coinvolte”.  

La Commissione europea sta lavorando per istituire un registro volto a capire se le case produttrici stiano consegnando i vaccini destinati ai Paesi dell’Unione altrove. Tale registro prenderà il nome di ‘schema di trasparenza’ e sarà messo in campo in una settimana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × 4 =