Vaccino Covid, dosi somministrate abusivamente: “errore grave”

0
437
Risarcimento vaccino

Vaccino Covid dosi – È grave l’episodio riguardante la distribuzione abusiva delle razioni di vaccino. Un gruppo di operatori sanitari, di turno al Centro Unico Vaccinale di Baggiovara, ha somministrato il farmaco avanzato ai propri figli e agli operatori. L’Ausl parla di un errore gravissimo e apre un’istruttoria.

Ti consigliamo come approfondimento – Morti per vaccino Covid: il caso di Genova e Infermiera? No Connessioni!

Vaccino Covid, dosi avanzate: l’accaduto

Vaccino Covid dosiVaccino Covid dosi avanzate. È accaduto a Baggiovara, in provincia di Modena. L’Ausl del territorio ha definito la vicenda come un “errore grave”. Secondo una ricostruzione della Gazzetta di Modena, sembra che le dosi avanzate a fine giornata fossero destinate ad essere gettate se non utilizzate. Ecco spiegato il motivo per cui gli operatori sanitari di turno al Centro Unico Vaccinale hanno convocato i propri parenti. Non essendo riusciti a contattare gli altri sanitari, a cui spettavano le dosi, hanno ben pensato di utilizzarle per i propri congiunti. Addirittura, un volontario di un’associazione di pubblica assistenza, ha convocato le proprie figlie. La più piccola, dopo la vaccinazione, ha condiviso una foto sui social.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino Moderna, arriva l’ok di EMA

Vaccino Covid dosi avanzate: l’istruttoria urgente dell’Ausl

vaccino covid dosiVaccino Covid dosi avanzate. L’Ausl di Modena ha avviato un’istruttoria urgente. Lo scopo è di “individuare tutte le persone responsabili di tale condotta, operatori sanitari o altre figure impegnate nel coadiuvare i team vaccinali in qualità di volontari”.

Questa grave vicenda accade nel momento in cui c’è stato il via libera al vaccino di “Moderna”. L’Agenzia europea del Farmaco (Ema) ha dato l’ok ulteriore oltre a quello di Pfizer-BioNTech. La Commissione Europea lo ha definito come “sicuro ed efficace”. Già dalla prossima settimana arriveranno in Italia le dosi. Nei prossimi tre mesi, saranno circa 1 milione e 300 mila le dosi e arriveranno con cadenza settimanale. A fine gennaio, saranno circa 100mila, a febbraio e marzo circa 600mila.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × tre =