Vaccino minorenni senza prenotazione: arriva l’ok da Figliuolo alle Regioni

0
136
vaccino minorenni senza prenotazione

Vaccino minorenni senza prenotazione: a partire dal 16 agosto, tutti i ragazzi d’età compresa tra i 12 e i 18 anni potranno immunizzarsi senza necessariamente usufruire di una formale prenotazione. A comunicarlo è il commissario Figliuolo tramite una lettera inviata a tutte le Regioni. L’obiettivo resta quello di riaprire le scuole in totale sicurezza.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino adolescenti, Comitato nazionale di bioetica: “Decide il minore non i genitori”

Vaccino minorenni senza prenotazione: via dal 16 agosto

Italia vaccini Figliuolo,Il Comitato Tecnico Scientifico non ha dubbi: questa è la volta buona per ripartire in tutta sicurezza. Settembre è ormai alle porte, e con esso anche il nuovo anno scolastico per i ragazzi di tutte le età. Altri nove mesi trascorsi in DAD non sono affatto ben visti. Pertanto si è stabilito che questo è il momento buono per ripartire in presenza e in totale sicurezza. Con oltre il 60% di italiani vaccinati (con almeno la prima dose), ora il testimone va passato ai più giovani. Per questo motivo, il commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus Figliuolo ha comunicato alle Regioni la novella decisione. A partire da lunedì 16 agosto, tutti i ragazzi d’età compresa tra i 12 e i 18 anni potranno vaccinarsi senza obbligo di prenotazione. Basterà che si presentino in un hub, muniti di tessera sanitaria, e si lascino guidare dal personale. Agli adolescenti under 18 spetterà la marca Pfizer o Moderna.

Ti consigliamo come approfondimento – Green Pass obbligatorio da oggi, critiche dai social: “Come le leggi razziali” 

Vaccino minorenni senza prenotazione: Green Pass anche per loro

green pass obbligatorio
Dall’account Twitter Palazzo Chigi

Subito dopo aver ricevuto la dose di vaccino, anche ai ragazzi spetterà di diritto il Green Pass. La certificazione verde è difatti diventata indispensabile per poter svolgere ogni tipo di attività in giro per l’Italia. Questa permette di mangiare all’interno di bar e ristoranti, vedere un film al cinema e scatenarsi ai concerti. È importante presentarlo anche all’ingresso di parchi a tema, musei e luoghi dedicati alla cura del proprio corpo. Molto presto, il Green Pass diventerà obbligatorio anche per viaggiare su mezzi pubblici cittadini, aerei, treni e traghetti. Per evitare irregolarità di qualsiasi genere, in ogni luogo saranno presenti degli addetti al controllo della certificazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque − cinque =