Vaccini Pfizer e J&J sotto inchiesta: l’Ema valuta sindromi infiammatorie

0
180
Vaccino sindrome infiammatoria

Vaccino sindrome infiammatoria: tra le possibili conseguenze del vaccino c’è la Mis. La Mis è una sindrome infiammatoria sistemica riscontrata in alcuni vaccinati. L’Ema ne sta valutando i possibili rischi non solo provenienti dal vaccino Pfizer ma anche dagli altri vaccini.

Ti consigliamo come approfondimento-AstraZeneca, AIFA ammette: esiste legame tra vaccino ed eventi trombotici

Vaccino sindrome infiammatoria: indagini su Pfizer

vaccino Covid campania conte Vaccine day
Dal profilo Facebook ufficiale di Pfizer

Dopo la somministrazione di alcuni vaccini sono stati segnalati alcuni casi di sindrome multi-infiammatoria sistemica. La Mis è una gravissima condizione infiammatoria che attacca diverse parti del corpo. Tra i sintomi c’è stanchezza, febbre grave persistente, diarrea, vomito, mal di stomaco, mal di testa, dolore toracico e difficoltà respiratorie. Le indagini sono partite a seguito della verifica di un caso di un giovane di 17 anni in Danimarca. Il giovane, però, si è completamente ripreso. L’Ema sta verificando quindi altri casi sospetti. Le verifiche fino ad ora effettuate, infatti, hanno evidenziato che il verificarsi di tale sindrome infiammatoria è possibile ma non certa. Pertanto, in questa fase, precisa l’Ema, non vi saranno modifiche alle raccomandazioni dell’Ue per l’utilizzo dei vaccini Covid-19.

Ti consigliamo come approfondimento-Vaccini AstraZeneca e J&J scoperta la causa delle trombosi: “C’è una soluzione”

Vaccino sindrome infiammatoria: indagini su J&J

In queste ore il Comitato di farmacovigilanza dell’Ema sta rivedendo anche “i dati sui casi di tromboembolia venosa”. I casi in questione riguardano coaguli di sangue nelle vene, verificatosi dopo la vaccinazione con l’anti-Covid monodose di Janssen (J&J). L’Ema sottolinea che tale problema è distinto dall’effetto collaterale molto raro della trombosi con sindrome da trombocitopenia. Questa sindrome presenta coaguli di sangue associati a piastrine basse. Inoltre, l’Ema afferma: “Il tromboembolismo venoso è stato incluso nel piano di gestione del rischio per il vaccino Janssen come problema di sicurezza da indagare.” Il Prac, infatti, valuterà gli studi clinici sul vaccino J&J. Tali studi dovranno essere presentati a breve dal titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio, per valutare se tale condizione sia collegata al vaccino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × cinque =