Campania, due casi di variante brasiliana ricoverati al Cotugno

0
113
variante brasiliana napoli

Variante brasiliana Napoli, il pericolo aumenta in Campania. Oltre alla contagiosa variante inglese, al Cotugno sono stati individuati due pazienti affetti dal Covid brasiliano. Scatta l’allarme da parte dell’Istituto Superiore di Sanità, che monitora costantemente i dati epidemiologici dall’inizio dell’emergenza. Questo particolare tipo di variante è in grado di diminuire l’efficacia del vaccino.

Ti consigliamo come approfondimento – Terza ondata, Draghi: “usare solo la prima dose per velocizzare i vaccini”

Variante brasiliana Napoli: due casi al Cotugno

comune napoli molo borbonico crollato
Dalla pagina Facebook ufficiale del Comune Napoli

Attualmente sono due, i pazienti risultati positivi al Sars-CoV-2 variante brasiliana. Stando alle informazioni trapelate dall’edificio di sanità, le condizioni di entrambi sono buone e non destano preoccupazione ai medici. Si trovano al Cotugno, l’ospedale di Napoli che nei giorni scorsi ha già avuto a che fare con la variante inglese. La presenza di tali mutazioni del virus non tranquillizza gli esperti dei settori scientifico e sanitario. L’accelerata velocità con la quale la variante inglese circola lascia intendere uno sconfortante dato di fatto. È molto probabile, infatti, che tale virus prenderà il controllo dell’Italia a partire dal prossimo mese. Per questo motivo è impensabile allentare le misure di sicurezza tanto discusse dall’inizio della pandemia. Proprio ieri i ristoratori napoletani hanno protestato al fine di riprendere le proprie attività senza preoccupazioni eccessive, ma la notizia che stamattina è trapelata dal Cotugno rende tutto vano.

Ti consigliamo come approfondimento – La bozza del nuovo Dpcm: parrucchieri e barbieri chiusi in zona rossa

Variante brasiliana: la rapidità di contagio

covid Coronavirus Pomigliano, campaniaLa pericolosità del virus continua ad aumentare con le varianti che si sono venute a creare nel corso degli scorsi mesi. Il virus inglese, quello brasiliano e quello sudafricano stanno minacciando non solo l’Italia, ma tutto il mondo con la propria incredibile velocità nel diffondersi. La variante brasiliana si è sviluppata a Rio de Janeiro lo scorso luglio. Da lì si è propagata, arrivando anche in Italia, precisamente nelle province di Ancona, Siena, Chieti e Perugia, e stamattina anche Napoli. L’Istituto Superiore di Sanità afferma: “Viene monitorata perché è ipotizzata una trasmissibilità più elevata e perché dai primi studi sembra che possa diminuire l’efficacia del vaccino“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − dodici =