Variante indiana: 1 mln di morti in 3 giorni. Speranza vieta arrivi dall’India

0
254
variante Indiana
Dalla pagina Facebook del Ministro della Salute Roberto Speranza

Variante Indiana, comparsa negli ultimi giorni, preoccupa gli USA e l’Italia. Gli USA offrono sostegni al governo indiano per affrontare al meglio la situazione critica. In Italia è intervenuto il Ministro della Salute Roberto Speranza che ha vietato l’ingresso in Italia a chi negli ultimi quindici giorni è stato in India.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, nuova variante Covid. Incrocio tra europea e africana: è più letale

Variante Indiana: preoccupazione in Italia

speranza vaccini estate speranza farmaci
Dal profilo Instagram del ministro Roberto Speranza

In Italia la situazione pandemica in India preoccupa molto. Infatti, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha bloccato gli arrivi dall’India. Il ministro ha firmato un’ordinanza che vieta l’ingresso in Italia a chi è stato in India negli ultimi 14 giorni. Per gli ingressi, invece, precedenti al provvedimento ha stabilito l’obbligo di sottoporsi a tampone. La variante indiana però è stata individuata in Veneto, come riportato dal governatore Luca Zaia. I positivi alla nuova variante sono due cittadini indiani di Bassano. I due positivi sono rientrati dall’India e sono al momento in isolamento fiduciario in casa. Inoltre, aggiunge il governatore che ci sono altri due casi sotto analisi, ma non sono residenti a Bassano. Le conferme sulle positività alla nuova variante sono arrivate in giornata. I casi della variante indiana sono ancora pochi in Europa, ma ci sono molti casi sospetti da approfondire.

Ti consigliamo come approfondimento-Covid, scoperta nuova variante in India: doppia mutazione mai vista prima

Variante Indiana: USA invia sostegni all’India

biden decreti immigrazioneAl governo degli USA preoccupato per la situazione sanitaria critica in India è stato proposto un sostegno sanitario e non solo. Infatti, il governo di Washington nei giorni scorsi è stato sollecitato da Ashish Jha, decano della Brown University School of Public Health. Il decano ha chiesto al governo americano di inviare all’India materiale sanitario. Tra cui ossigeno, kit per test e dispositivi di protezione individuale come mascherine e medicinali per il trattamento dei pazienti. Inoltre, ha anche proposto di condividere i vaccini in eccesso con l’india e gli altri paesi in difficoltà. Gli USA, nel frattempo, hanno fornito 1,4 miliardi di dollari, forniture di soccorso di emergenza, formazione per i funzionari sanitari e ventilatori.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − dodici =