Variante Omicron, un positivo sul volo Roma-Alghero. 130 in quarantena

0
266
variante Omicron positivo

Variante Omicron positivo un passeggero sul volo Roma-Alghero atterrato in Sardegna la scorsa domenica. 130 persone del suo volo sono ora in quarantena. L’uomo era rientrato dall’Africa in Italia facendo scalo con un volo in Olanda. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Aifa approva il vaccino di Pfizer anche per i bambini dai 5 agli 11 anni

Variante Omicron positivo atterra in Sardegna, è allarme

variante africana, variante Omicron positivo L’uomo ha preso tre aerei prima di atterrare alla sua destinazione finale. Ad Alghero si è sottoposto in aeroporto al tampone. Dopo essere risultato positivo ed aver condiviso i suoi movimenti delle ultime due settimane, il tampone è stato analizzato. I primi risultati hanno evidenziato che si tratta senza dubbio di una variante. Essendo stato l’uomo in Africa nell’ultima settimana la probabilità che si tratti della variante africana sono molto alte. I test che verranno effettuati nei prossimi giorni serviranno ad accertare questa possibilità. I 130 passeggeri del volo Roma-Alghero sono stati contattati e messi in quarantena. Per loro nei prossimi giorni verrano effettuati tamponi molecolari. Né l’uomo risultato positivo né gli altri passeggeri mostrano al momento alcun tipo di sintomo grave. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Covid, variante africana sempre più forte: l’Italia vieta l’ingresso da 7 Paesi

Variante Omicron positivo: iniziate le misure preventive speciali 

variante lambda vaccino, variante Omicron positivoLe misure scattate dopo la positività del tampone dell’uomo sono quelle speciali indicate dalla nuova ordinanza di Roberto Speranza. Trattandosi di un positivo proveniente da uno degli otto paesi africani indicati come ad alto rischio nell’ordinanza, sono scattate misure più restrittive anche per i contatti stretti. Se i 130 passeggeri dovessero risultare negativi al primo tampone, dovranno restare in quarantena lo stesso per i prossimi 10 giorni ed effettuare nuovamente un test molecolare. Stessa procedura per i parenti e chiunque sia stato in contatto seppur per breve tempo con l’uomo. Le misure servono non solo a tracciare i movimenti della nuova variante ormai entrata in Italia. Ma anche è soprattuto ad evitare la creazione di un nuovo focolaio potenzialmente molto pericoloso. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × quattro =