Varianti Covid: scoperta rara mutazione a Napoli, prima volta in Italia

0
311
idrossiclorochina, coronavirus Covid-19

Le varianti Covid preoccupano la comunità scientifica e la popolazione. La preoccupazione maggiore è che possano compromettere l’efficacia del vaccino o rendere il virus ancora più contagioso e ingestibile. L’allerta è alta: a Napoli, per la prima volta nel nostro Paese, è stata isolata una mutazione molto rara del virus.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid, non una semplice influenza: perché è più diffuso degli altri virus?

Varianti Covid: scoperta nuova mutazione a Napoli

CovidGli occhi del mondo, ora, sono puntati sulla campagna vaccinale e sul proliferare delle varianti Covid. Mentre la comunità scientifica monitora e si appresta ad arginare quelle ormai più note, come quella inglese, sudafricana o brasiliana, negli Stati Uniti si riscontrano sette nuove possibili varianti fino ad ora sconosciute, che presenterebbero un maggior livello di contagiosità.

Non si tratta, tuttavia, di un caso isolato. A Napoli, infatti, per la prima volta in Italia, l’Istituto Pascale e l’Università Federico II hanno individuato e isolato un’ulteriore mutazione, molto rara. A darne notizia è la Regione Campania. Al momento, però, non si conoscono né il suo potere di infezione, né quali siano le sue caratteristiche. Si chiama B.1.525. Fino a oggi sono stati individuati soltanto 32 casi in Gran Bretagna e in Nigeria, Danimarca e Stati Uniti. Si tratta della prima volta per l’Italia.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid: rispettare i diritti durante la pandemia. Quali sono quelli “negati”?

Varianti Covid: è allarme?

regione campaniaLa nuova variante individuata a Napoli contiene una serie di mutazioni che preoccupano seriamente gli esperti. Tra queste c’è la mutazione E484K sulla proteina Spike che ha un ruolo molto importante nella penetrazione del virus all’interno delle cellule del nostro organismo. Tale mutazione è stata rinvenuta anche nelle varianti sudafricane e brasiliane. Lo studio napoletano ha riscontrato somiglianze anche con la variante inglese. Sono in esame eventuali risposte negative all’azione anticorpale dei vaccini, che al momento costituisce una delle preoccupazioni maggiori degli scienziati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 11 =