Viaggio nel tempo, ritorno al passato con un computer quantistico

0
627
Viaggio nel tempo tikker

Il viaggio nel tempo: un sogno irrealizzabile? A quanto pare no! Un computer quantistico è riuscito nell’impresa, tornando nel passato per una frazione di secondo. La notizia è stata pubblicata sulla rivista Scientific Reports. La ricerca è stata portata avanti dall’Istituto di Fisica e Tecnologia di Mosca. (Leggi anche: Micheal J. Fox twitta il ritorno di “Ritorno al futuro IV”?)

Viaggio nel tempoViaggio nel tempo grazie a un computer quantistico

E no, non è una riproduzione della DeLorean DMC-12 o quale altro suggestivo mezzo di trasporto. Anzi, si fa per dire, con un semplicissimo computer quantistico tale fenomeno potrebbe accadere nell’85% dei casi. Nello specifico, tante leggi della fisica non fanno distinzione tra il futuro e il passato. Provate a pensare a due palle da biliardo identiche che si scontrano e rimbalzano. La sequenza è la stessa anche se si guarda l’evento registrato al contrario. Ci giunge in aiuto la fisica, con il secondo principio della termodinamica: un sistema isolato si evolve in modo irreversibile da uno stato di ordine a uno di caos. Quindi il sillogismo può tranquillamente verificarsi in un “tavolo da biliardo”.

Leggi anche: Viaggi 2019, che passione: 5 mete da visitare assolutamente

Viaggio nel tempoIl viaggio nel tempo e la partita di biliardo

Il gruppo di ricercatori, guidati dallo scienziato Gordey Lesovik, hanno infranto tale principio fisico. Si sono avvalsi di un elaboratore quantistico, caratterizzato di sole pochissime unità di base, equivalenti ai bit dei computer tradizionali, chiamati qubit. Con l’ausilio di un programma avanguardista, il computer ha riavvolto il nastro del tempo di una frazione di secondo. Quindi dal disordine causato dallo scontro delle palle da biliardo, si è ritornati all’ordine originale delle cose. Non registrando ciò che era accaduto in passato, ovvero la carambola. In un computer quantistico formato solo da due qubit, il fenomeno avviene nell’85% dei casi. Si passa a una percentuale più bassa, ovvero il 50%, se il computer è a tre qubit. La percentuale è dovuta anche all’imperfezione degli elaboratori quantistici.

E voi, convinti di questo viaggio temporale? Credete ancora sia impossibile viaggiare nel tempo?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here