Vicenza, gelataia rifiuta il pagamento elettronico: cliente la denuncia alla Guardia di Finanza

0
1025
Vicenza gelataia multa pagamento pos,

Vicenza gelataia multa pagamento pos, immagino che già si possa capire come finisce questa storia. E soprattutto è intuibile il suo svolgimento. Tuttavia, un caso simile risalta comunque clamore mediatico. Più che altro perché si attendono i primi riscontri della normativa entrata in essere dal 1 giugno. Sebbene la violazione in questione esista dal lontano 2014, è soltanto da quest’anno che sono previste sanzioni. Ma soprattutto è stato eliminato l’importo minimo per il pagamento elettronico.

Ti consigliamo come approfondimento – Arriva la multa per chi accende l’aria condizionata in auto: sanzioni fino a 450 euro

Vicenza gelataia multa pagamento pos: il cliente chiama la finanza

Vicenza gelataia multa pagamento pos, Concorso Allievi Marescialli Guardia Finanza 2022
Dal profilo Facebook ufficiale della Guardia di Finanza

Siamo a Vicenza, in una gelateria del posto. Qui, una persona, entra per chiedere un gelato. La gelataia dunque lo compone e glielo consegna. Chiede poi di pagare… giustamente. Dunque il cliente esibisce il pos ma a quel punto la gelataia si rifiuta di accettare il pagamento. Nessun problema… paga in contanti? No. Tira fuori il cellulare, chiama la guardia di finanza e denuncia il rifiuto della gelataia. Così, all’arrivo dei finanzieri sul posto, all’esercente viene fatta una multa di 30 euro, maggiorata del 4% del valore della trattativa che è stata rifiutata.

Ti consigliamo come approfondimento – Arriva il Pos obbligatorio per tutti: chi rifiuterà il pagamento tramite carta sarà sanzionato!

Vicenza gelataia multa pagamento pos: cosa dice la legge

biscotto gelato, Vicenza gelataia multa pagamento pos,

Per chi se lo fosse perso, facciamo un piccolo salto indietro. Non troppo indietro, precisamente all’1 giugno. Così da chiarire il perché di questo comportamento da parte del cliente nei confronti della gelataia di Vicenza. Sebbene dal 2014 il pagamento con il pos non potesse essere rifiutato, non era mai stata ideata una vera e propria sanzione. Cosa che, dal primo di giugno, è entrata in vigore. Ovvero 30 euro di multa e una maggiorazione del 4% del prezzo della sanzione rifiutata. Questo per chiunque rifiuti di accettare il pagamento elettronico. Motivo per cui il gesto del cliente è stato tanto legittimo quanto giusto.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, pagamento con il Pos obbligatorio ma non tutti i negozi sono pronti

Vicenza gelataia multa pagamento pos: in quali casi si può rifiutare

fisco, Vicenza gelataia multa pagamento pos,Sebbene la legge prevede una multa per chi si rifiuta di far pagare con il pos, esistono alcune eccezioni. Si tratta di casi particolari che la finanza poi provvederà ad accertare. Ovvero nel qual caso la scarsa connessione non permetta l’attuazione della transazione o nel qual caso il dispositivo risultasse rotto. Tuttavia resta comunque obbligo e dovere dell’esercente provvedere alla sostituzione in quanto è costretto a possederne uno. Per il resto c’è poco da fare, il cliente ha il diritto di chiamare la guardia di finanza. Poi si può sindacare sul minimo richiesto per la tassazione o sul tasso troppo elevato. Però quello spetta ad altri, non a chi acquista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − 8 =