Video Tik Tok, l’ennesima sfida estrema: denunciata per istigazione al suicidio

0
359
video tik tok

Negli ultimi tempi sui video Tik Tok se ne sentono di tutti i colori. Sfide particolarmente estreme, in cui, per accalappiare un maggior numero di follower, si gioca con il proprio corpo in maniera davvero pericolosa. È il caso di una donna di Siracusa, che aveva postato un video Tik Tok con una sfida tutt’altro che divertente: coprirsi naso e bocca per non respirare. Il video, successivamente rimosso, le è costato una denuncia per istigazione al suicidio. Di seguito tutti i dettagli.

Ti consigliamo come approfondimento – Morte TikTok, il padre di Antonella confessa: “Le ho dato io quella cintura”

Video Tik Tok: la sfida della donna di Siracusa

Morte TikTok Antonella video tik tokLa quarantottenne della provincia di Siracusa è stata denunciata dalla polizia postale di Firenze, coordinata dal procuratore aggiunto Luca Tescaroli e dal sostituto procuratore Fabio Di Vizio, della Procura fiorentina. Durante le attività di monitoraggio della rete Internet, gli investigatori hanno trovato un link davvero allarmante. Questo li ricondotti poi al profilo della donna. Si tratta di un video Tik Tok in cui si mostrava una sfida tra una donna e un uomo. Entrambi si avvolgevano il volto – compresi naso e bocca – con un nastro trasparente per non respirare. Il video, visibile a tutti e senza alcun tipo di restrizione, è stato immediatamente individuato come “estremamente pericoloso”.

Ti consigliamo come approfondimento – La bimba di Palermo muore per la sfida di TikTok. Genitori donano gli organi

I provvedimenti

video TikTokLa donna, con ben 731.000 follower, è seguita su Tik Tok da utenti di tutte le fasce d’età, anche i più piccoli. Il rischio di emulazione da parte di minorenni ha subito allarmato la polizia. Di conseguenza, il video Tik Tok è stato segnalato dal Cncpo del servizio polizia postale di Roma. Successivamente è stato rimosso dalla piattaforma Tik Tok. Analizzando il profilo social della donna poi, altri video hanno ulteriormente allarmato gli investigatori. A conferma del pericolo, il commento di un utente: “Ciao, se mi saluti giuro mi lancio dalla finestra”. Da qui i pm hanno deciso di emettere un provvedimento urgente di perquisizione – anche informatica – e sequestro di tutti gli account social della donna. L’ordine è stato eseguito dalla postale di Catania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 − quattro =