Violenza sulle donne: a Ottaviano l’informazione parte dalle scuole

0
1131
rapporti sessuali cyberbullismo stalking violenza sulle donne, donna violentata ascensore

La violenza sulle donne è un tema estremamente delicato, che può avere mille volti e sfaccettature. Ma se i giovani imparassero a riconoscerli fin da subito? Questo lo scopo dell’iniziativa degli istituti scolastici di Ottaviano, che dal 13 febbraio all’8 marzo ospiteranno un ciclo di incontri e approfondimenti sul tema. “NO significa NO – Siamo tutti d’accordo” è il titolo del progetto di sensibilizzazione; a essere coinvolti saranno gli studenti di terza media, quinto e quarto superiore.

Ti consigliamo come approfondimento – Parità di genere: le leggi che hanno cambiato la vita delle donne italiane

Violenza sulle donne: gli incontri e gli ospiti

ottaviano violenza donneIl ciclo di incontri scolastici dedicati alla violenza sulle donne avrà come principali obiettivi:

  • La sensibilizzazione degli studenti sul tema dell’omicidio e della violenza di genere;
  • L’informazione necessaria per riconoscere i primi segni di violenza o i primi campanelli d’allarme;
  • Gli strumenti a disposizione per tutelarsi.

Il parterre sarà composto da vari esperti, che utilizzeranno la loro esperienza professionale e personale per parlare ai giovani. Tra questi spicca il nome di Laura Maddaloni, campionessa di judo e figlia del famoso Giovanni Maddaloni. Come suo padre che nello sport è riuscito a trovare, per i ragazzi, una via di fuga alla malavita, Laura vuole impegnarsi per la comunità. La giovane metterà a disposizione il suo talento da judoka per insegnare le tecniche di difesa personale alle donne, istituendo dei veri e propri corsi tutti al femminile.

Ti consigliamo come approfondimento – Femminicidio: attivato il fondo per gli orfani 

L’organizzazione e gli enti coinvolti

Maturità scuola ragazzi studenti istruzione concorso bando Inps istituti tecnici superiori violenzaIl ciclo di incontri, che probabilmente avrà un continuum, è stato organizzato dall’associazione Punto G190. Si tratta di un progetto associativo partito a Ottaviano già dal 21 dicembre 2018. Nello specifico, l’A.P.S. Punto G190 si impegna principalmente a promuovere, sensibilizzare e informare il territorio vesuviano su importanti tematiche sociali e culturali. Essendo composta esclusivamente da donne – con a capo la presidentessa Brigida Saviano – il tema della violenza di genere risulta particolarmente sentito. L’impegno dell’associazione ha poi creato una sinergia che si è espressa in questa iniziativa. Nello specifico, il progetto è avvenuto in collaborazione con l’Associazione Arcobaleno Vesuviano, il Comitato Civico “A. Cifariello”, la FIDAPA BPW Italy – Sez. Ottaviano e il Leo Club SGV.

Ti consigliamo come approfondimento – Libere: tecnologie innovative contro i maltrattamenti sulle donne

Il ciclo di incontri inizierà il 13 febbraio 2020 alle ore 10:30 presso l’I.S.I.S “L. De’ Medici”, di Ottaviano (NA). Per chiudere l’iniziativa verrà organizzato un evento pubblico in occasione dell’8 marzo, giornata internazionale dei diritti della donna.