Stupro su due sorelline: vittime di violenze per 10 anni. Arrestati nonno, zio e genitori

0
591
Palermo stupro gruppo chat

Violenza sorelle stupro tra le mura domestiche perpetuate per oltre 10 anni. La terribile scoperta dopo la segnalazione della scuola della più piccola. Arrestati il padre, il nonno e lo zio per stupro e la madre che conosceva la situazione ma non ha denunciato. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Venezia approva il ticket d’ingresso, a partire dal 2024 serviranno 5 euro

Violenza sorelle stupro: l’orrore tra le mura domestiche 

Inghilterra Uomo palpeggia bambina, violenza sorelle stupro L’orrore scoperto in un appartamento di Monreale, dove tutti i residenti dell’abitazione sono stati indagati per violenza sessuale di gruppo, lesioni personali ai danni delle due piccole di casa. Sorelle che all’inizio dei fatti erano minorenni entrambe. Ora le ragazze hanno 13 e 20 anni e per oltre 10 anni sono stati vittime di abusi. L’indagine iniziata dopo la segnalazione della scuola frequentata dalla più piccola. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Ancora sangue a Napoli: 19enne ferito per una rapina ed agguato a Pozzuoli nella stessa notte

Violenza sorelle stupro: gli anni di abusi 

Bambina 6 anni muore miocardite, violenza sorelle stupro Le indagini sono appena iniziate e pochi sono i dettagli resi disponibili. Nel registro degli indagati sarebbero presenti lo zio, il nonno e i genitori delle due sorelle. Tutti avrebbero compiuto atti di violenza sessuale sulle ragazza, mentre la madre sarebbe accusata di essere stata silenziosamente complice dei fatti. Le violenze sarebbero iniziate nel 2013 e scoperte solo alcuni giorni fa. Con il prosieguo delle indagini le due sorelle sono state spostate in comunità dove verrano assistite dagli assistenti sociali per trovare una nuova sistemazione, oltre ad una pronta assistenza psicologica per parlare degli abusi. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Femminicidio Roma: Marocchino uccide la sua ex, l’infermiera freddata a 52 anni

Violenza sorelle stupro: lo sfogo a scuola della più piccola

Bologna madre tema, violenza sorelle stupro L’allarme scattato alcuni giorni fa dalla scuola della più piccola. Gli insegnanti si erano già allertati quando la piccola aveva disegnato genitali maschili sulla lavagna della classe. Si sarebbe poi confidata con due insegnanti rivelando gli stessi dettagli. La ragazzina ha parlato di “cose brutte in famiglia. Cose che non si possono ripetere. Cose brutte con mio nonno e mio zio”. La piccola ha anche rivelato che la mamma sapeva tutto perché una volta le avrebbe fatto prendere la pillola del giorno dopo”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 − cinque =