Vip e Coronavirus: siamo tutti uguali di fronte al contagio?

0
115
Vip

Le vicende quotidiane ci insegnano che nessuno è immune al contagio da Coronavirus, con esiti non sempre prevedibili. Di fronte al virus, infatti, non c’è fama o ricchezza che tenga. Ecco alcuni nomi dei Vip colpiti dal Covid-19.

Ti consigliamo come approfondimento – Decreto Cura Italia, scadenze bollette e proroghe documenti

Vip: tutte le celebrità contagiate

VipTanti sono gli appelli dei Vip di tutto il mondo che invitano i loro fan a stare a casa e a rispettare le disposizioni governative. Altrettanto numerose sono le iniziative benefiche e le raccolte fondi. Purtroppo tanti sono anche i Vip contagiati. Si trovano tutti in isolamento, in condizioni di salute differenti. Alcuni sono guariti ma, purtroppo,  qualcuno è deceduto.

Di seguito, i nomi di alcuni esponenti politici contagiati:

  • Nicola Zingaretti, governatore del Lazio e segretario del PD;
  • Alberto Cirio, governatore del Piemonte;
  • Alessandro Mattinzoli, assessore della Lombardia;
  • Raffaele Donini, assessore dell’Emilia Romagna;
  • Gianluca Galimberti, sindaco di Cremona;
  • Claudio Pedrazzini, primo parlamentare italiano contagiato;
  • Pierpaolo Sileri, vice-ministro della Salute;
  • Nelio Pavesi, consigliere comunale di Piacenza della Lega (deceduto);
  • Guido Bertolaso, ex capo della Protezione civile;
  • Alberto II di Monaco, primo monarca contagiato;
  • Principe Carlo d’Inghilterra, primo contagiato della Royal Family;
  • Boris Johnson, premier britannico;
  • Michel Barnier, politico francese e primo contagiato della governance europea;
  • Carmen Salvo, vice premier spagnola;
  • Santiago Abascal, leader politico della destra spagnola;
  • Iraj Harirchi, vice-ministro della Salute in Iran, primo contagiato nella politica persiana;
  • Michael Wos, ministro dell’ambiente polacco;
  • Sophie Grégoire, moglie del premier canadese Justin Trudeau.
Ti consigliamo come approfondimento – Smart working tra benefici e rischi: il lavoro agile ai tempi del Covid-19

Spettacolo e sport

VipMolti volti noti del mondo dello spettacolo sono stati colpiti dal Coronavirus. Eccone alcuni:

  • Lucia Bosè, attrice (deceduta);
  • Giuliana De Sio, attrice salernitana;
  • Nicola Porro, giornalista e conduttore di Quarta Repubblica;
  • Renato Coen, giornalista di SkyTg24;
  • Piero Chiambretti, conduttore televisivo, contagiato con la madre, purtroppo deceduta;
  • Vittorio Gregotti, architetto di fama internazionale (deceduto);
  • Placido Domingo, celebre tenore spagnolo;
  • Floyd Cardoz, cuoco indiano, primo chef al mondo contagiato (deceduto);
  • Luis Sepùlveda, scrittore cileno, e la sua compagna la poetessa Carmen Yanez;
  • Manu Dibango, sassofonista camerunense (deceduto);
  • Jackson Browne, cantautore statunitense;
  • Till Lindemann, cantante tedesco del gruppo metal Rammstein;
  • Tom Hanks, attore hollywoodiano positivo insieme alla moglie Rita Wilson;
  • Harvey Weinstein, produttore cinematografico;
  • Idris Elba, attore britannico;
  • Olga Kurylenko, attrice ucraina, ex “Bond girl”;
  • Itziar Ituno, attrice star della serie tv “La casa di carta”;
  • Kristofer Hivju, l’attore norvegese di “Game of Thrones”.

Il virus non risparmia neanche il mondo dello sport. Ecco alcuni degli sportivi contagiati:

  • Daniele Rugani, calciatore della Juventus e primo giocatore positivo al Coronavirus;
  • Paulo Dybala e Blaise Matuidi, calciatori della Juventus;
  • Manolo Gabbiadini, Antonino La Gumina, Morten Thorsby, Fabio Depaoli, calciatori della Sampdoria;
  • Paolo Maldini, dirigente del Milan positivo insieme al figlio Daniel Maldini;
  • Marco Sportiello, portiere dell’Atalanta, primo caso positivo della squadra;
  • Dusan Vlahovic, giocatore della Fiorentina, il primo della squadra a contrarre l’infezione;
  • German Pezzella e Patrick Cutrone, calciatori della Fiorentina;
  • Mattia Zaccagni, centrocampista del Verona;
  • Mikel Arteta, allenatore dell’Arsenal;
  • Callum Hudson-Odoi, calciatore del Chelsea;
  • Ezequiel Garay, difensore argentino militante nel Valencia;
  • Timo Hubers, calciatore dell’Hannover;
  • Wu Lei, calciatore cinese dell’Espanyol;
  • Rudy Gobert e Donovan Mitchell, cestisti dell’NBA.
Ti consigliamo come approfondimento – Vittime da Coronavirus: ecco cosa succede post mortem

Il Coronavirus come la “Livella”

Vip
Foto da Wikipedia

La sfortuna di contrarre l’infezione così come la fortuna di guarirne prescindono dalle dinamiche sociali. Differenze e discriminazioni sono concetti inconsistenti di fronte alla malattia, che può colpire tutti indistintamente.

Nella celebre poesia ‘A Livella, Antonio De Curtis (in arte Totò) fa pronunciare una grande verità a un umile spazzino, durante una diatriba con un altezzoso marchese. Don Gennaro, infatti, dice: “‘A morte ‘o ssaje ched’è? È una livella!“.

L’attuale situazione d’emergenza ci fa comprendere che siamo tutti uguali di fronte al contagio. Sempre più spesso si sente dire che questo periodo ci sta facendo apprezzare di nuovo cose dimenticate o sottovalutate. Potrebbe essere questa la “livella” che ci aiuterà a riorganizzare le nostre priorità e i nostri valori, all’insegna di pensieri e comportamenti più sani e umani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here