WhatsApp e Instagram down: cosa sta davvero succedendo?

0
990

WhatsApp Instagram down. Le app hanno smesso di funzionare dalle 18:30 portando il mondo in offline. A renderlo noto è DownDetector, sito che monitora il funzionamento ed eventuali down nelle applicazioni e nella rete fissa e mobile. Moltissime le segnalazioni nel giro di pochi minuti.

Ti consigliamo come approfondimento – Sonia Battaglia morta per emorragia celebrale. I figli: “È stato il vaccino!”

WhatsApp Instagram down

Whatssapp instagram downAncora una volta le principali app di Mark Zuckerberg vanno in tilt. Sui social, almeno quelli ancora funzionanti, spopola #WhatsAppdown e #Instagramdown. In pochi hanno notato che anche Messenger era in down. Il problema riguarda diversi paesi. I primi a twittare il problema sono stati i Wabetainfo, il gruppo punto di riferimento internazionale per ciò che riguarda la tecnologia e le app. “Sì, WhatsApp sta avendo problemi!” recita il cinguettio. Anche sul sito Downdetector aumentano le segnalazioni per quanto riguarda i problemi legati alle app. Per adesso solo Facebook e Twitter sono salvi dal down. Non si conoscono ancora le cause del problema.

Ti consigliamo come approfondimento – Funerali di Ornella Pinto al Duomo di Napoli. Tensioni fuori la chiesa

WhatsApp Instagram down: le parole del Codacons

Whatsapp instagram downLa denuncia arriva anche dal Codacons, che sta ricevendo le richieste di aiuto di centinaia di utenti. Arriva la prima comunicazione dall’associazione italiana: “In un momento in cui milioni di italiani sono costretti a lavorare in smartworking, disservizi come quello odierno causano pesanti disagi e rallentano l’attività dei cittadini, impedendo di inviare messaggi anche importanti“.

Anche Instagram risulterebbe coinvolto nei disagi, ma è soprattutto il down di Whatsapp a scatenare le ire degli utenti e a creare i maggiori problemi. Non è la prima volta che in Italia si registrano simili black out, che in questo periodo di emergenza sanitaria e di smartworking forzato appaiono ancora più gravi”. L’associazione italiana dei consumatori chiude con un annuncio al proprietario delle app Mark Zuckerberg. “Chiediamo a Facebook, proprietaria di WhatsApp e Instagram, di risarcire in modo automatico tutti gli utenti italiani coinvolti nel disservizio odierno, studiando assieme al Codacons le forme di indennizzo più adeguate”.