Willy Wonka da oggi parla italiano: Illycaffè ha acquistato la sua fabbrica

0
121
Willy Wonka

Illycaffè, una delle più antiche e importanti aziende del caffè italiano, ha allargato i suoi orizzonti, acquistando il marchio britannico Prestat, quello della fabbrica di cioccolato di Willy Wonka. (Leggi anche – Ecco le ultime sul cioccolato)

Willy Wonka: dalla fabbrica di cioccolato a un vero e proprio brand

Willy WonkaLa  Prestat, fabbrica nota grazie al libro di Dahl e al famoso film “La fabbrica di cioccolato”, è finita quindi in mani italiane.

Tutti ricordiamo qualche scena del film, o il bel viso di Willy Wonka dato dall’attore statunitense Johnny Deep o, prima ancora, dall’iconico Gene Wilder. Nonostante siano passati anni dalla prima messa in onda cinematografica, è ancor oggi il sogno di molti bambini far visita alla fabbrica del buon vecchio Willy. Cascate di cioccolato e conigli che schiacciano noci non si vedono ovunque.

La Prestat è il brand che ha ispirato il film. La fabbrica di cioccolato inglese nasce con Dufur, il creatore del primo tartufo di cioccolato. L’azienda britannica con a capo Nick Crean e Bill Keeling aveva un buon successo. Lo scorso anno, infatti, il fatturato aziendale era di circa 7 milioni.

Leggi anche – Chocoliamo 2019: nuovo successo per la fiera del cioccolato artigianale

Illy e il cioccolato, una storia che prosegue dagli esordi

L’azienda triestina illycaffè, fin dal suo esordio imprenditoriale si è occupata della produzione di cacao e caffè. Con l’acquisto della fabbrica Prestat, ha quindi continuato a investire nel campo dei dolci. La società italiana infatti, già nel 2006 aveva proceduto all’acquisto della Domori.

Il nuovo acquisto è stato reso noto dall’attuale presidente Riccardo Illy.
“L’acquisizione è parte del DNA del gruppo. Quest’azione vuole rafforzare il business del cioccolato, già sostenuto da Domori. Con l’integrazione della Prestat infatti, si vuole rendere complementare il lavoro tra le due aziende e fondere le materie prime; infatti il marchio Prestat avrà a disposizione l’utilizzo della materia prima Domori”.

In attesa del nuovo cioccolato, noi golosi non possiamo far altro che aspettare, sperando che i tempi siano brevi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here