12enne aggredito perché ebreo, Nicola Zingaretti (PD): “Vicini alla famiglia”

0
203
zingaretti ragazzo ebreo,
Ph presa dalla pagina ufficiale di Nicola Zingaretti

Zingaretti ragazzo ebreo, l’ex segretario PD e presidente della regione Lazio commenta l’orribile vicenda di Campiglia Marittima. Quella dove un ragazzino di 12 anni è stato riempito di sputi e calci da due ragazze di 15 anni perché ebreo. “Vicini al ragazzo vittima di violenza antisemita” ha commentato. Anche Fiano si stringe intorno al ragazzino affermando che: “A molti di noi sono successe cose analoghe”. Purtroppo il razzismo è un male che ancora non è stato sconfitto. Viscido come un verme si nasconde all’ombra, sottoterra.

Ti consigliamo come approfondimento – “Ebreo di merda, devi morire in un forno!”, 12enne riempito di sputi e calci

Zingaretti ragazzo ebreo: la vicenda di Campiglia Marittima

ebreo devi morire, zingaretti ragazzo ebreo,Siamo a Campiglia Marittima, è domenica, un ragazzino di origine ebraica gioca nel parco con i suoi coetanei. Ha 12 anni, ed è lì con il padre. Si avvicinano a lui due ragazze di 15 anni. Queste, iniziano a urlargli: “Ebrei di merda, devi morire in un forno” e “Devi stare zitto perché sei un ebreo”. Agli insulti seguono gli sputi, agli sputi seguono i calci. Una vicenda orribile che porta il ragazzo in ospedale dove gli vengono riscontrate varie lesioni. Il padre si reca dalle autorità per denunciare l’accaduto. Zingaretti e Fiano si stringono intorno a loro dandogli sostegno.

Ti consigliamo come approfondimento – Giorno della memoria: “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”

Zingaretti ragazzo ebreo: le parole del Presidente della Regione Lazio e di Fiano

ebreo devi morire, zingaretti ragazzo ebreo,Zingaretti e Fiano non sono rimasti in silenzio a seguito della vicenda. Entrambi hanno subito commentato l’accaduto di domenica. “Vicini al ragazzo vittima di violenza antisemita. A lui e a alla sua famiglia dico: non siete soli. Ci avviciniamo al Giorno della Memoria: è sempre più evidente la necessità di come tenere vivo il ricordo debba concretizzarsi nell’impegno contro ogni forma di discriminazione”. Afferma il Presidente della Regione Lazio, ex segretario del PD. L’Onorevole Fiano invece, di origine ebraica, sempre in prima linea contro il razzismo afferma: “Andrò a trovare la famiglia”. Per poi raccontare che: “A molti di noi sono successo cose analoghe”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × cinque =