Zio va a prendere la nipote a scuola e poi la violenta: condannato a 9 anni

0
650
uccide compagna, Roma picchia moglie, lecce bambina molestata, picchia moglie telefono, segregata casa, 19enne violenta vicina, avellino abuso minorenne, napoli violenza moglie, 17enne uccisa fidanzato, mamma picchia insegnante, ragazza violentata treno, segregata casa, uccide moglie suocera, omicidio marzia, napoli donna balcone, Verona figlio guinzaglio, napoli prof pugno, zio stupra nipote, spara madre incinta, figlio la russa stupro, femminicidio ancona, accoltellata como, Torino femminicidio, marito accoltella moglie, marito accoltella moglie

Zio stupra nipote, la ragazza rivela la violenza sessuale dopo anni dagli abusi. L’uomo è stato condannato a 9 anni di carcere. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Scivoli al parco coperti da acido muriatico, bambini ustionati. I genitori: “Pensavamo fosse acqua”

Zio stupra nipote: il racconto degli abusi 

Brasile condanna stupro, zio stupra nipote Gli abusi risalgono a quando la vittima era piccola, ma la ragazza ha avuto il coraggio di denunciare solo nel 2020. La condanna allo zio di 65 anni è arrivata solo ora. Dovrà scontare nove anni in carcere per violenza sessuale aggravata. Inoltre alla ragazza e alla famiglia dovrà pagare un risarcimento ancora non quantificato. Durante il processo il racconto di anni di abusi è finalmente venuto a galla, a raccontarlo la difesa della parte lesa. “Dopo averla prelevata da scuola e averla condotta dal dentista, la accompagnava sempre in casa sua dove, approfittando dell’assenza della moglie, la violentava”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Incidente a Roma, genitori dei ragazzi in Lamborghini li difendono: “È stata solo una bravata”

Zio stupra nipote: la condanna dopo il processo 

Donna uccisa marito scale, zio stupra nipote Dopo anni di abusi, la ragazza è riuscita a sporgere denuncia a carabinieri nel 2020, svelando per la prima volta la violenza subita. I genitori non sembravano essere consapevoli delle violenze contro la figlia. Ma sembrerebbe che la ragazza al tempo si fosse confidata con alcuni amici. Dopo la sentenza, l’avvocato della ragazza ha rilasciato alcune dichiarazioni. “Non c’è sentenza né ci sono risarcimenti che possano rimediare al danno subito dalla mia assistita . Ma c’è grande soddisfazione tecnica. Questa sentenza premia innanzitutto il lavoro eccellente svolto dalla procura e dal pm Simona Macciò. E la capacità della mia assistita nel determinarsi a sporgere denuncia. Una speranza per le tante vittime di violenza, che possano trovare la forza di spezzare la catena e riemergere, riprendendo in mano la propria vita”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Omicidio Floris, Paolo Riccone confessa: “Sono stato io ad ucciderla. Ero in un raptus”

Zio stupra nipote: i commenti del web 

google down, zio stupra nipote In molti nel commentare la notizia hanno criticato la sentenza, considerando la condanna per l’uomo come troppo lieve. Al contrario la maggioranza sperava per l’ergastolo. “Per questi mostri l’unica punizione che applicherei è solo una. Vale cosi ben poco il dolore è la vita distrutta di una povera creatura?”.