Addio a “Lillo” di Johnny Stecchino, Benigni scrive una lettera. I parenti in lutto: “Molto apprezzata”

0
1446
Alessandro De Santis

Alessandro De Santis si è spento. L’attore affetto da sindrome di Down, celebre per alcune interpretazioni in film anni 90 si è spento questa mattina. Aveva 50 anni. Alcune sue scene furono censurate negli Stati Uniti dopo accesi scontri. Il cordoglio dal mondo artistico è molto ampio. Un messaggio di Roberto Benigni ha stupito la famiglia.

Ti consigliamo come approfondimento – Brad Pitt si ritira dal mondo del cinema: ecco le sue parole

Alessandro De Santis: addio a Lillo

apertura cinema, Alessandro De SantisAlessandro è morto. A dare l’annuncio della morte dell’attore De Santis è stata la famiglia. Non viveva una condizione ordinaria: era affetto da Downismo.

L’attore aveva fatto qualche cameo non accreditato e qualche parte minore in sporadici film. Ma è con Roberto Benigni che l’attore diventa famoso. Nel film Johnny Stecchino, del 1991, interpreta uno dei ruoli principali.

Lillo, nella pellicola cinematografica di successo, De Santis interpreta Lillo, il migliore amico del protagonista Dante (interpretato da Roberto Benigni). Lontano dai riflettori, tornerà con un ruolo di primo piano in un film solo nel 2011, al fianco di Nino Frassica nel film drammatico “I bambini della sua vita”.

Ti consigliamo come approfondimento – Massimo Troisi, 26 anni dalla scomparsa del Pulcinella senza maschera

Alessandro De Santis: la censura per “la medicina”

dpcm 6 aprile covid, Alessandro De SantisNon solo le sue difficoltà. Anche la censura non fu clemente con lui e coi suoi personaggi.

Nel 1991, infatti, una sua scena del film Johnny Stecchino fu oggetto di feroci critiche e censure. Alla fine del film, Dante dà a Lillo la “medicina” del diabete che aveva visto prendere dall’avvocato. La medicina in realtà è cocaina. Ed il film, almeno nella versione italiana, si conclude con l’urlo di Lillo che corre via dopo averla provata, con Dante che corre al seguito.

Ma non negli Usa. Al tempo, la censura fu spietata. La scena fu tacciata di scarsa delicatezza e di pessimo gusto. Quasi un invito a consumare lo stupefacente. E per quanto abbiano insistito produzione e regista, non ci fu nulla da fare: la scena fu censurata.

Ti consigliamo come approfondimento – Serie TV, le 5 a tematica LGBT+ che non puoi perderti (anche se sei etero)

Alessandro De Santis: il messaggio di Roberto Benigni

sorelle pisanu madre, sorelle uccise treno, Giugliano incidente, 12enne muore vacanza, incidente Porto Marghera, Sharm el Sheikh bimba morta, 13enne muore, brucia fratello, 12enne malore, salerno 13enne muore, Paolo Calissano muore, 14enne muore, libero de Rienzo, 15enne morto Soccavo, Alessandro De SantisNella chiesa di san Frumenzio a Roma domani si svolgeranno i funerali. L’ultimo saluto a un artista che, poco notato, ha lasciato comunque una traccia importante nel cinema e nella società.

Ma non solo agli sconosciuti. Anche Roberto Benigni ha pianto la scomparsa del cinquantenne. A far sapere di una lettera molto toccante di Roberto Benigni proprio i famigliari del De Santis. “Abbiamo ricevuto anche una lettera di cordoglio da Benigni, e questo ci ha colpito molto”, hanno dichiarato i parenti in lutto del De Santis.