Campania: tutti gli eventi più belli della regione fino a Carnevale

0
149
Campania

La rubrica “Made in Eventi” accompagna i lettori nei migliori eventi della Campania. Vi segnaliamo gli appuntamenti più interessanti dei prossimi due mesi, dagli inizi di gennaio ai festeggiamenti di Carnevale. Mostre, eventi culturali e feste tradizionali vi aspettano per regalarvi giornate di puro divertimento e relax.

Ti consigliamo questo approfondimento – 2020 anno delle stelle: gli eventi più belli. Come e quando ammirarli

La festa patronale di San Felice a Pomigliano d’Arco

Campania
Foto da Wikipedia

San Felice in Pincis è il santo protettore della città di Pomigliano d’Arco, di Nola e San Felice a Cancello. È attesa a Pomigliano la celebrazione della tradizionale festa patronale, con la processione religiosa in onore del Santo e gli eventi artistici che ogni anno la accompagnano.

Contatti: sito web: www.comune.pomiglianodarco.na.it

Ti consigliamo questo approfondimento – San Gennaro: “Faccia ‘ngialluta”, storia e miracoli del Patrono di Napoli

La notte dei falò a Nusco (AV)

CampaniaLa Notte dei Falò illuminerà anche quest’anno il borgo di Nusco, in provincia di Avellino. Appuntamento con la tradizione quindi, dal 17 al 19 gennaio. Come da consuetudine, le strade del borgo si animeranno con stand enogastronomici, aree spettacolo, musica e divertimento. I ceppi saranno accesi in vari punti del paese per riscaldare l’atmosfera gelida di questo gennaio e per celebrare Sant’Antonio Abate, protettore degli animali e patrono della comunità contadina di Nusco.

Contatti: Pagina FB: la notte dei Falò – Nusco

Ti consigliamo questo approfondimento – Fucarone di Sant’Antuono: le origini della festa di Sant’Antonio Abate

Van Gogh – La mostra immersiva a Santa Sofia (SA)

CampaniaFino al 23 febbraio 2020 a Salerno, nel complesso monumentale di Santa Sofia, in piazza Abate Conforti, si terrà la mostra multimediale “Van Gogh – La mostra immersiva”. Si tratta di un nuovo e straordinario modo di interagire con l’arte. Si può camminare all’interno dei quadri, grazie a un innovativo sistema di proiezioni 3D mapping.

Contatti: Pagina FB Van Gogh – Mostra Immersiva – Cell.: 339.3194813

Ti consigliamo questo approfondimento – Visitare mostre e musei allunga la vita: lo dice la scienza!

La “juta” al santuario di Montevergine (AV)

Campania
Ph. Giuseppe Loiaco

Ogni anno, il 2 febbraio, in occasione della Candelora, il popolo LGBT sale sul monte Partenio per raggiungere il Santuario di Montevergine. Questa tradizione ha origini molto antiche. Secondo una leggenda, nel 1200 circa la Vergine sarebbe intervenuta a favore di una coppia di amanti omosessuali e li avrebbe salvati dalla popolazione del posto. Per questo motivo la comunità LGBT si unisce al pellegrinaggio dei devoti. Tra canti, balli e tammurriate i fedeli ringraziano la Madonna più amata e venerata della Campania.

Contatti: Pagina FB: ‘A juta a Montevergine

Ti consigliamo questo approfondimento – Montevergine: le antiche origini della “juta dei femminielli”

Campania: i principali festeggiamenti di Carnevale

CampaniaIl Carnevale inizia subito dopo l’Epifania e va avanti fino al giorno delle Ceneri. I giorni più importanti per i festeggiamenti sono il giovedì grasso, la data ufficiale di inizio della festa vera e propria, e il martedì grasso, la fine del Carnevale. In Campania c’è una storica tradizione di paesi che celebrano il Carnevale con sfilate e carri allegorici. Sono decisamente da non perdere i festeggiamenti del Carnevale di: Saviano, Striano, Villa Literno, Capua, Agropoli, Partenopoli, Montemarano e Castelvetere. Particolarmente noto è il Carnevale di Palma Campania.

Ti consigliamo questo approfondimento – Epifania: la Befana a Napoli tra fede religiosa e tradizione popolare

Carnevale palmese 2020

CampaniaDa domenica 23 a martedì 25 febbraio 2020 si terrà il Carnevale palmese. Il Carnevale di Palma Campania è un evento molto sentito dalla popolazione palmese e attira ogni anno tanti curiosi e turisti.

Elementi centrali dei festeggiamenti sono le Quadriglie. Sono gruppi folkloristici composti da centinaia di figuranti attivi. Essi indossano costumi curatissimi, sulla base di un tema scelto annualmente, e che suonano gli strumenti della tradizione partenopea.

I festeggiamenti si articolano in tre momenti principali.

  • Nella domenica che precede il Martedì grasso, vi è la Messinscena delle Quadriglie. I vari gruppi sfilano in costume, suonando, cantando e realizzando coreografie, accompagnati da imponenti scenografie, carri allegorici e fuochi d’artificio.
  • Il giorno seguente è il momento del Passo. Le Quadriglie si preparano alla competizione del giorno successivo e provano i Canzonieri, indossando coccarde e cappelli con i colori di appartenenza.
  • Il Martedì grasso è il momento più importante della festa, il giorno della gara. Le Quadriglie sfilano e si esibiscono, guidate ognuna dal proprio Maestro, lasciandosi ammirare dalla popolazione in festa e da una giuria esperta che eleggerà la migliore.

L’obiettivo della competizione è la conquista del Gonfalone Aragonese, il Palio, che si assegna alla Quadriglia vincitrice dell’edizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here